10.6 C
Napoli
domenica, 29 Gennaio 2023

Mustier: finito il mandato lascerà il gruppo Unicredit

Da non perdere

Gilda Caccavale
1996 - Laureata e specializzanda in scienze politiche. Da sempre appassionata di scrittura nella sua potenzialità di condividere e trasferire sottili intuizioni e prospettive, o irripetibili combinazioni dell'essere. Fermare la "visione" significa assistere l'evoluzione, e m'illumina d'immenso!

Jean Pierre Mustier, attuale amministratore delegato del gruppo Unicredit, prende la decisione di lasciare il gruppo bancario una volta che ad aprile sarà terminato il suo mandato.

Sembra che la motivazione che lo abbia spinto a prendere tale decisione riguardi la visione d’insieme del Consiglio di Amministrazione con cui in qualche modo non si trovi più allineato.

“Nel corso degli ultimi mesi è emerso che la strategia del Piano Team 23 e i suoi pilastri fondanti non sono più in linea con l’attuale visione del Cda” (…) “Ho preso la decisione di lasciare il Gruppo alla fine del mio mandato ad aprile 2021, in modo da consentire al Consiglio di definire la strategia futura”, afferma in una nota Mustier (ansa).

Sembra che adesso sia il momento per il Presidente designato Pier Carlo Padoan e il Consiglio di Amministrazione del gruppo bancario di cominciare ad effettuare un’accurata ricerca per individuare la figura che potrà ricoprire l’attuale ruolo di Mustier.

L’amministratore delegato è alla guida di Unicredit dal 2016, e dalle dichiarazioni rilasciate si evince quanto sia soddisfatto del lavoro portato a termine sino a questo momento.

Queste le parole del Presidente Unicredit Cesare Bisoni in merito alla questione: “Ritengo che UniCredit debba molto a Jean Pierre, che ha preso le redini del Gruppo in un momento molto delicato riuscendo in una straordinaria inversione di tendenza” (…) “Sono dispiaciuto per la decisione odierna, che tuttavia mostra ancora una volta la professionalità di Jean Pierre e non fa altro che aumentare la mia stima nei suoi confronti”.

Le decisioni di cui sopra hanno innescato reazioni di vario genere. Proprio nella giornata di ieri il titolo Unicredit ha perso il 5% in borsa, ciò – come riportato dal corriere della sera –  dopo le discrezioni su un consiglio informale che si sarebbe tenuto nella giornata di domenica proprio relativo alla lista dei candidati per il ruolo di Amministratore delegato a partire da aprile 2021. Ma non è l’unico motivo che si dà a questo calo, in quanto potrebbe aver inciso anche l’ipotesi dell’eventuale fusione con Mps.

Sarà comunque sicuramente compito oneroso quello di individuare ora una figura che possa essere all’altezza del lavoro portato avanti sin ora dall’azienda e che, a questo punto, sia anche in linea con i nuovi progetti del Gruppo bancario.

image_pdfimage_print

Ultimi articoli