27.8 C
Napoli
venerdì, 19 Agosto 2022

IBL Banca investe in Campania ed acquista Bscc

Da non perdere

IBL Banca è un istituto di credito italiano che nasce come istituto finanziario nel 1927. Ad oggi, in tutto il territorio nazionale, l’azienda con sede principale a Roma, possiede 54 filiali.

Il 2020, è un anno di cambiamenti e nuovi orizzonti per il Gruppo IBL Banca. Infatti, sono iniziati una serie di grandi investimenti per far si che l’istituto si faccia sempre più strada nel settore.

Negli ultimi giorni, il gruppo bancario ha firmato un’accordo che prevede la cessione di un grande edificio situato in Campania. La banca acquista il 100% della Banca di Sconto e Conti Correnti situata a Santa Maria Capua Vetere. La scelta ricade sulla Bscc per una serie di fattori, tra cui il modello di banca e la filosofia aziendale che coincide con il Gruppo IBL.

“Confidiamo che l’integrazione con la nostra realtà possa essere occasione di crescita per i dipendenti e per l’economia del territorio”, spiega Mario Giordano, attuale amministratore delegato.

La Banca di Sconti e Conti Correnti nasce a Santa Maria Capua Vetere, comune in provincia di Caserta, nel 1904 con l’intento di supportare privati e le piccole e medie imprese. Offre una vasta serie di servizi dedicati ai professionisti che vogliono iniziare progetti. Inoltre, gode di una vasta clientela formata da famiglie.

L’acquisto della Bscc è finalizzato all’ampliamento dell’azienda nel settore retail. Inoltre, tale azione dovrebbe avere un forte impatto a livello nazionale e territoriale. “L’operazione rientra in un disegno strategico più ampio che prevede il rafforzamento del Gruppo Bancario IBL Banca sia per linee interne sia esterne, e l’allocazione di capitale in nuovi segmenti di attività con adeguati livelli di rendimento…” queste sono le dichiarazioni di Mario Giordano, in merito al disegno strategico ideato dall’azienda.

L’azienda è in attesa dell’autorizzazione per procedere. Tale acquisizione è soggetta alla Banca D’Italia e per l’autorizzazione ufficiale bisogna aspettare l’inizio del primo semestre dell’anno 2021.

image_pdfimage_print

Ultimi articoli