4shared
6 C
Napoli
mercoledì, 8 Dicembre 2021

Mal di testa da ciclo: un disturbo sempre più comune

La cefalea da ciclo è un problema di notevole importanza, soprattutto a causa della frequenza, ma anche per le tante limitazioni che impone alle donne, ovviamente per il dolore che causa e perché tende a peggiorare negli anni.

Da non perdere

Il mal di testa da ciclo è un disturbo sempre più frequente che colpisce soprattutto le donne.

Una patologia conosciuta come cefalea catameniale e rappresenta una forma di emicrania che solitamente si manifesta con regolarità durante il periodo mestruale.

Chiariamo che il ben noto mal di testa è una patologia non grave molto diffusa; dalle stime condotte in Italia infatti, circa 25 milioni di persone soffrono di tale disturbo.

Mal di testa da ciclo: come evolve tale disturbo 

Ad avere maggiori problemi sono le donne, soprattutto durante quel periodo del mese, ovvero: arriva il ciclo mestruale.

Perché le donne sono più esposte a tale problema? In parte, questa maggiore inclinazione  è da attribuire alle fluttuazioni degli ormoni femminili che avvengono durante il ciclo mestruale e nel corso di alcuni particolari eventi della vita riproduttiva.

Il mal di testa da ciclo, così come è stato definito dai medici, si presenta qualche giorno prima del ciclo stesso, e perdura per circa due o tre giorni dal termine.

Il disturbo è dovuto principalmente al calo fisiologico degli estrogeni (gli ormoni femminili) nei giorni antecedenti il ciclo.

È sicuramente molto fastidioso ed influisce fortemente sulla quotidianità di chi ne soffre.

Spesso è accompagnato da vertigini e nausea che solitamente svaniscono in poche ore.

La comparsa di altri sintomi, fa in modo che si parli in alcuni casi di sindrome premestruale vera e propria.

Lo stesso mal di testa da ciclo, rientra tra le patologie del periodo che precede il ciclo mestruale, e si intende come vera e propria sindrome.

Cefalea da ciclo: quali sono le possibili cure?

Per quanto concerne la cura del mal di testa da ciclo, gli esperti consigliano di non assumere farmaci, ma qualora dovesse essere invalidante e fastidioso si può procedere con un analgesico blando. Inoltre è consigliabile durante il ciclo mestruale e nei giorni prima, evitare bevande alcoliche e limitare il consumo di caffè.

Qualora i disturbi fossero di estrema intensità e quindi non più sopportabili, alcuni ginecologi consigliano alle donne che ne soffrono ciclicamente, delle specifiche cure ormonali; tale scelta, da valutare attentamente, in alcuni casi sono strategiche, in particolar modo per ridurre la durata della mestruazione, o il numero di mestruazioni, quando i sintomi non sono più gestibili e condizionano la propria vita.

La cefalea da ciclo è un problema di notevole importanza, soprattutto a causa della frequenza, ma anche per le tante limitazioni che impone alle donne, ovviamente per il dolore che causa e perché tende a peggiorare negli anni.

Prevenire il mal di testa da ciclo è fattibile grazie all’assunzione di integratori specifici, che ovviamente devono essere consigliati dal proprio medico.
È importantissimo evitare tutte le cure – fai da te – e chiedere consiglio agli esperti.
Nella maggior parte dei casi imparare a convivere con tale disturbo, soprattutto se non troppo fastidioso, è l’unica soluzione.

image_pdfimage_print

Ultimi articoli