giovedì 29 Febbraio, 2024
14.6 C
Napoli
spot_img

Articoli Recenti

spot_img

La Villa romana di Punta San Limato riapre al pubblico

La Villa romana di Punta San Limato riapre al pubblico; fino alla fine di aprile apertura straordinaria  dell’importantissimo sito archeologico, che la storia annovera come uno dei territori fulcro del popolo romano, non a caso, i ricchi patrizi romani si recavano proprio lì a soggiornare.

La Villa Romana di Punta San Limato è collocata a ridosso fra il Comune di Sessa Aurunca ed il Comune di Cellole.

Apertura straordinaria al pubblico fino a fine aprile, un solo giorno a settimana, il giovedì, dalle ore 9 alle ore 13, per iniziativa della Sovrintendenza arte e paesaggio della provincia di Benevento, che con il comune di Cellole portano avanti un progetto di valorizzazione del sito. 

Si trattava di una elegante residenza marittima, dove sono visibili anche i resti del Cripto porto, e si intravede il colore delle decorazioni sull’intonaco.

La maggior parte degli ambienti riportati alla luce appartengono al comparto termale.

La Villa è composta da due settori separati da un corridoio: in quello meridionale sono presenti alcune sale con rivestimenti pavimentali in mosaico e lastre marmoree; in quello settentrionale sono gli ambienti termali, con il frigidarium per i bagni di acqua fredda, caratterizzato da una pavimentazione a mosaico bianco e nero raffigurante animali marini; a Sud di tale ambiente si dispongono le sale riscaldate, il tepidarium ed il calidarium (per i bagni di acqua tiepida e calda).

L’apertura è una straordinaria opportunità per i cittadini e per i visitatori che avranno la possibilità di immergersi nella ricca storia del territorio e di esplorare da vicino i reperti e le testimonianze dell’antica vita romana. La Villa romana è conosciuta anche come “Villa Tigellino” e rappresenta un lussuoso esempio dell’edilizia residenziale suburbana di Sinuessa.

“Finalmente già da oggi la nostra storica Villa Romana riapre ed inizieremo con le visite guidate con gli alunni delle Scuole, con il supporto dell’Assessore all’Istruzione Martina Izzo. Abbiamo fatto i primi interventi di bonifica con il supporto del Consigliere delegato al Verde Francesco Barretta e a breve partiremo con una riqualificazione generale”, è quanto ha dichiarato il sindaco Guido Di Leone.

La Villa testimonia l’occupazione della Campania settentrionale da parte dei Romani a partire dal III secolo a.C. sino alla fine dell’etа imperiale.

Credit immagine: Pagina Facebook – Villa Romana di Punta San Limato