Il Rinascimento a Napoli secondo la cartografia La mostra al Maschio Angioino permetterà al pubblico di avvicinarsi all'ottica geografica dell'uomo e della Napoli tra Viceregno e Rinascimento.

Il Rinascimento del Viceregno di Napoli visto attraverso la rivoluzione cartografica e e geografica del 500′ con l’evento “NAPOLI la Nobile Città ed il suo Regno”.

La mostra allestita alla Sala della Corte del Maschio Angioino, scenario rilevante per il passaggio storico e politico-economico tra due ere e due fasi della città di Napoli è una possibilità irrinunciabile per comprendere l’ottica e l’episteme dell’uomo del 500′.

L’evento culturale patrocinato e organizzato dall’Assessorato alla cultura e al turismo del Comune di Napoli a partire dal prossimo 3 luglio fino al 19 luglio 2020, in collaborazione con l’associazione culturale Roberto Almagià apre al pubblico una nuova prospettiva per conoscere la vicenda di Napoli, proiettando nell’arte pratica della geografia.

Una selezione di rari, composta di circa 40 carte geografiche, piante e vedute del viceregno di Napoli, nel momento cruciale della sua esistenza, tra guerre d’Italia, dominio del sistema imperiale ispanico e crescita esponenziale a livello demografico attraverso rappresentazione  della cognizione spaziale e geografica dell’età del Rinascimento.

Fiore all’occhiello dell’esposizione è certamente la prestigiosa Carta del Salamanca, datata 1540.

Il documento raffigura una dettagliatissima ricostruzione della città di Napoli, nonostante le minute dimensioni.

Per la prima volta. soprattutto dopo la stasi parziale del mondo culturale dovuto all’emergenza pandemica, il pubblico potrà approfittarne per avvicinarsi alle sue origini lungi da oltre un lustro di secolo e coglierne l’evoluzione geopolitica interna, quanto le stesse variazioni nell’arte cartografiche dopo le grandi scoperte geografiche dell’età del Rinascimento.

L’ accesso al pubblico all’evento culturale, al di là della prima apertura di documenti di cotal pregio, dovrà porsi mediante previa prenotazione presso l’ente comunale presso il sito mediante la compilazione del forum presente nella pagina http://castelnuovo.comune.napoli.it/.

L’apertura della chermesse al pubblico e un primo accesso avverrà in data 3 luglio dalle ore 16,00 fino alle 1930.

Per i giorni seguenti l’accesso al pubblico sarà garantito tutti i giorni destinati all’esposizione, dalle ore 10 alle ore 19, salvo in giorni di chiusura prevista per l’ente turistico-culturale del Maschio Angioino.

Print Friendly, PDF & Email

Laureato in lettere moderne presso l'Università degli studi di Napoli Federico II, parlante spagnolo e cultore di storia e arte. "Il giornalismo è il nostro oggi."

more recommended stories