8.8 C
Napoli
lunedì, 30 Gennaio 2023

Il punto “G”: che cos’è? esiste o non esiste?

Da non perdere

Isabel Allende diceva ” Per le donne il miglior afrodisiaco sono le parole. Il punto “G” è nelle loro orecchie. Chi lo cerca più in basso sta sprecando il suo tempo”.

Infatti, da anni la maggior parte degli uomini ritiene che il punto “G” sia un magico pulsante da schiacciare per  compiacere la donna. 

Siamo nel 2021, in tempi di pandemia mondiale, ed occorre essere realisti e veritieri. Pertanto, anche se molti uomini resteranno delusi, da quanto stanno per leggere, occorre evidenziare che il punto “G” è solo una leggenda.

A tal proposito, si chiarisce che si definisce punto “G” un punto specificamente sensibile, situato nella parte anteriore della vagina. Esso è conosciuto anche come punto Gräfenberg, dal cognome del ginecologo tedesco che  pare abbia condotto studi iniziali su tale parte anatomica; studi che poi sembrano essere stati fraintesi.

Si sono svolti studi medici, che hanno dimostrato che non esiste alcun punto più innervato degli altri all’interno della vagina della donna.

Dunque, in ambito scientifico,  gli esperti sostengono l’inesistenza di questo punto “G”, dato che non c’è nessuna ecografia che mostri l’esistenza di quella parte.

Tuttavia, da anni questo mito circola tra gli uomini nonostante comprovate prove scientifiche dell’inesistenza.

Quindi, si chiarisce che il piacere della donna non dipende da un singolo punto, ma è necessario creare una giusta combinazione di più fattori per generare piacere nelle donne.

Quali sono questi fattori per compiacere una donna?

Come canta Fiorella Mannoia nella canzone “Quello che le donne non dicono”, le donne sono dolcemente complicate. Infatti, l’uomo per fornire piacere alla donna deve riuscire a trovare equilibrio tra vari fattori:

  • mettere al proprio agio la donna
  • capire cosa voglia la donna
  • individuare i punti di maggiore sensibilità fisica della donna.

Per quanto concerne quest’ultimo punto, si illumina la maggior parte degli uomini sul fatto che ogni donna è diversa dalle altre, ovvero se a una donna piace ricevere carezze sulla schiena non è detto che piaccia a tutte.

Dunque, ogni aspetto risulta essere sempre soggettivo. Ci sono ancora molte discussioni ancora in atto sull’esistenza di questo punto “G”, ma una cosa è certa:

Se l’uomo riesce a trovare una sintonia con il cuore e la mente di una  donna, ha fatto centro, trovando il punto “A”. Il punto Amore, di cui siamo in attesa di studi scientifici, ma molti poeti, scrittori e cantanti già ne hanno dato traccia.

image_pdfimage_print

Ultimi articoli