lunedì 27 Maggio, 2024
23.6 C
Napoli

Articoli Recenti

spot_img

Il discorso di fine anno di Mattarella: un monito di speranza

Il discorso di fine anno del Presidente della Repubblica Sergio Mattarella ha avuto un enorme risonanza. Secondo le stime effettuate, infatti, oltre 15 milioni di telespettatori hanno seguito il tradizionale messaggio di fine anno. 

Un discorso mirato per concludere un anno difficile

Gli auguri, ma anche i buoni auspici e gli scenari sui quali si è soffermata l’attenzione del Presidente Mattarella, hanno raggiunto un vero e proprio record. Il discorso di fine anno è stato quello più seguito dal 1986, anno in cui sono iniziate le rilevazioni dell’Auditel.

Le parole pronunciate dal Presidente della Repubblica, ieri sera su Rai uno, hanno suscitato pareri positivi anche in ambito politico. Frasi di speranza, in un periodo particolarmente complicato come quello che vive il Paese. Non solo il Covid-19, ma anche la “crisi” che interessa l’esecutivo, pressato da Matteo Renzi.

“Il 2021 sarà il tempo dei costruttori, un passaggio decisivo per uscire dall’emergenza e per porre le basi di una stagione nuova. Per questo motivo non si deve perdere tempo e non vanno sprecate energie e opportunità per inseguire illusori vantaggi di parte”. Questa è solo una parte del discorso di Mattarella. 

Due gli argomenti fulcro, tra i quali ovviamente la forte crisi sanitaria che nel 2020 ha caratterizzato tutto il Paese. A causa del Covid-19 l’economia, la politica, la sanità, e ovviamente l’occupazione, hanno registrato innumerevoli disagi, un vero e proprio collasso.

Ovviamente in questo terribile momento sociale,  non sono mancate le critiche, i dissapori da parte degli italiani, placati in parte con l’arrivo del vaccino che servirà a combattere finalmente il Covid-19.

Un brandello di speranza e di fiducia, come ha ribadito il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella.

Speranza e responsabilità: il monito del Presidente Mattarella

“Questo nuovo anno deve aprirsi con fiducia, speranza e responsabilità, la stessa che, dobbiamo avere nella consapevolezza che ognuno dipende dagli altri. Sono certo che ce la faremo”.

Un vero e proprio monito di speranza, ma anche un invito alla responsabilità, che sono piaciuti ai telespettatori sintonizzati ieri sera. 

Il virus sicuramente ha messo a dura prova il sistema economico e finanziario dell’Italia, ma non bisogna abbassare la guardia, non devono esserci distrazioni soprattutto in ambito politico.

Punto cardine di questa ripartenza, il vaccino; nonostante tutto, ciò che conta è il risultato raggiunto in così poco tempo, al di là di ogni convinzione o ideologia politica.

“I prossimi mesi rappresentano un passaggio decisivo per uscire dall’emergenza e per porre le basi di una stagione nuova. Non si tratta di annullare le diversità di idee, di ruoli, di interessi ma di realizzare quella convergenza di fondo che ha permesso al nostro Paese di superare momenti storici di grande, talvolta drammatica, difficoltà”. 

Un messaggio pieno di positività, diretto e rivolto a tutti, inclusa la maggioranza di governo, verso la quale il discorso del Presidente Mattarella si è più volte rivolto.