domenica 16 Giugno, 2024
21.5 C
Napoli

Articoli Recenti

spot_img

Eric: in arrivo la nuova serie tv Netflix con Benedict Cumberbatch

Arriva oggi, 30 maggio su Netflix, Eric la nuova serie che ha come protagonista il celebre attore Benedict Cumberbatch, due volte candidato agli Oscar. È una serie molto breve, di appena 6 episodi, ambientata nella New York degli anni ’80. A crearla è stata la vincitrice del BAFTA e dell’Emmy Award, Abi Morgan, autrice tra l’altro delle serie The Hour e The Split e del film The Iron Lady. Della regia invece se n’è occupata Lucy Forbes che si è premurata di allontanare Cumberbatch dai suoi ruoli precedenti. Eric è già disponibile sulla piattaforma; inoltre sarà visibile anche su su Sky Glass, Sky Q e tramite l’app su Now Smart Stick.

La trama

Questa nuova serie thriller segue la storia di un padre disperato nella sua corsa disperata per riportare a casa il figlio di 9 anni che è scomparso misteriosamente. Vincent (interpretato proprio da Cumberbatch) è inoltre un famoso burattinaio, particolarmente popolare grazie allo spettacolo per bambini che lui ha creato, Good Day Sunshine.

La sua vita però va in frantumi quando il figlio scompare improvvisamente mentre va a scuola. Pieno di auto-disprezzo e senso di colpa per la scomparsa di Edgar, Vincent si aggrappa ai disegni di suo figlio che raffigurano un pupazzo dalle sembianze di un mostro blu, che Edgar ha chiamato Eric. Il protagonista è convinto che se il pupazzo arriverà in tv, Edgar tornerà a casa. Nel frattempo, il suo comportamento distruttivo allontana la famiglia, i colleghi e addirittura i detective che cercano di aiutarlo.

Vincent e i suoi mostri

Vincent non è un personaggio positivo e la serie ne sottolinea il narcisismo, nonché i demoni che lo tormentano. È tanto solerte sul lavoro, quanto negligente nei confronti della moglie Cassie e dello stesso figlio Edgar. Si potrebbe vedere Vincent come un Geppetto al contrario, lontano dall’essere un padre amorevole per Pinocchio, ma rivolge le sue cure ai propri burattini, vedendo in essi un riflesso di sé, del proprio successo e della propria ambizione.

Cumberbatch ha detto la sua sul personaggio che interpreta ai microfoni di Tudum di Netflix: “Inizia a portare a casa la sua vanità, le sue idiosincrasie, il suo ego e ogni tipo di comportamento tossico, che influisce su come trascura il suo bambino e su quanto sia abrasivo in un matrimonio che ha già avuto 10 anni di momenti piuttosto tumultuosi di infedeltà, litigi e disconnessione”. Così iniziano le allucinazioni che porteranno il protagonista a veder proiettati nella realtà i disegni del figlio e in particolare Eric.

Un bambino scomparso o una società corrotta?

Questa nuova serie mistery non affronta solo temi introspettivi, ma si concentra anche su diverse problematiche di stampo sociale come il razzismo sistemico, l’omofobia nella società e i pregiudizi di varia natura, nonché l’epidemia di AIDS; viene posta poi particolare attenzione sulla problematica dei senzatetto nelle grandi città. Quella che abbiamo davanti è la New York degli anni ’80 con la crudezza di un film di Scorsese in cui molta importanza viene data alle atmosfere cupe.

Credit immagine: Netflix