4shared
13.7 C
Napoli
giovedì, 2 Dicembre 2021

Edoardo VIII sposava Wallis Simpson il 3 giugno 1937

Da non perdere

Eva Maria Pepe
Laureata in Lettere classiche, ama l'arte, la letteratura, i viaggi. Il suo più grande sogno è diventare scrittrice.

Esattamente il 3 giugno del 1937 il duca di Windsor, Edoardo VIII, sposava civilmente nel Castello di Candè a Monts (Francia) l’attrice americana Wallis Simpson. Il matrimonio provocò una delle crisi istituzionali più forti nella storia e fu lo scandalo più chiacchierato del ‘900.

Le premesse

Edoardo VIII divenne re nel gennaio del 1936, dopo la morte del padre Giorgio V. Il nuovo sovrano frequentava però da tempo l’attrice americana Wallis Simpson, prima divorziata e poi risposata con un altro uomo e quindi ancora legata ad un vincolo matrimoniale. Ma il Sovrano del Regno Unito è anche il Capo della Chiesa Anglicana. L’anglicanesimo non ammetteva il divorzio essendo il coniuge ancora in vita. Dunque la Simpson agli occhi di Dio risultava essere ancora sposata al primo marito, rendendo di fatto Edoardo nient’altro che un amante.

Lo scandalo

Il tutto culminò quando Edoardo annunciò che alla cerimonia d’incoronazione si sarebbe presentato con Wallis. La notizia destò scalpore. L’opinione pubblica si scagliò letteralmente contro la donna. Per tutti era socialmente inadatta a causa dei matrimoni falliti. Wallis venne vista come nient’altro che un’arrampicatrice sociale, spinta dal denaro e dal rango piuttosto che dall’amore per il sovrano. La donna non era apprezzata neanche dalla famiglia reale, che non aveva voluto conoscerla quando Edoardo la portò a Buckingham Palace, violando il protocollo secondo cui era vietato l’ingresso a persone divorziate.

La rinuncia al trono

Rendere legittimo il matrimonio tra Edoardo e Wallis non sarebbe stato mai possibile. Al matrimonio si opposero il Governo del Regno Unito e anche i governi del Commonwealth britannico, sollevando critiche religiose, etiche, morali. Ma Edoardo non aveva alcuna intenzione di rinunciare al matrimonio. Così decise di abdicare volontariamente l’11 dicembre 1936, diventando il primo e l’unico sovrano del Regno Unito a farlo. Lo scandalo fu tale che l’abdicazione e il successivo matrimonio divennero la notizia più chiacchierata del secolo. Successivamente il trono fu dato al fratello Giorgio VI, padre dell’attuale sovrana Elisabetta II. Ai due coniugi invece fu dato il titolo di “Duchi di Windsor”.

La rivincita di una donna

Il matrimonio avvenne in forma privata. Nessun membro della famiglia reale fu presente. Ma Wallis divenne un personaggio-emblema del ‘900. Numerose copertine di giornali la ritraggono in prima pagina. Stilisti importanti copiarono i suoi abiti. Molte donne si ispirarono alla sua figura. Emergeva così  l’immagine di una donna moderna. Wallis era diventata l’emblema del rifiuto delle convenzioni sociali.

image_pdfimage_print

Ultimi articoli