15.7 C
Napoli
giovedì, 8 Dicembre 2022

Crisi di governo: Italia Viva tenta ancora la mediazione

Da non perdere

Anna Borriello
Scrivo per confrontarmi col mondo senza ipocrisie e per riflettere sul rapporto irriducibile che ci lega ad esso.

Crisi di governo: il Presidente della Camera, Roberto Fico, si recherà — secondo le sue dichiarazioni di oggi — entro stasera al Quirinale per riferire al Presidente della Repubblica e scrivere un nuovo contratto di governo. Il mandato esplorativo richiesto da Sergio Mattarella, si concluderà, quindi, entro le ore 18. Lo ha sostenuto proprio Roberto Fico poco dopo le 15, al tavolo sul programma a cui ha riunito i partiti di maggioranza.

Dopo aver aperto ieri i lavori al programma, Fico oggi è intervenuto nuovamente nella Sala della Lupa a Montecitorio per pochi minuti. Ha dato alle forze politiche un ultimatum: la disponibilità di spazio si chiuderà alle ore 18. I partiti di maggioranza, però, non sembrano preoccupati dalle dichiarazioni del Presidente della Camera. Per il momento, hanno sostenuto di poter concludere i lavori prima di quell’ora. 

Le trattative riprese alle nove di questa mattina, però, sembrerebbero tutt’altro che in discesa. Torna ad essere centrale il tema del Mes ma Italia Viva e Movimento 5 stelle restano distanti. 

Crisi di governo: Italia Viva si dice aperta alla mediazione

Nel contempo, Matteo Renzi ha dichiarato nel suo intervento in assemblea coi parlamentari di Italia Viva:finora non è stato fatto nessun passo avanti su nessun contenuto: fino all’ultimo proveremo a vedere se c’è una disponibilità alla mediazione“.

Insiste, inoltre, parlando delle trattative con le altre forze di maggioranza: “non stanno concedendo nulla. Italia Viva è favorevole a un accordo ma gli altri partiti non accettano nessuna mediazione sui temi grossi e non vogliono nemmeno mettere nulla per iscritto“. Aggiunge, poi, sulla giustizia: “lo zero assoluto“.

Ben presto, dal fronte del Partito Democratico, è arrivato l’intervento sarcastico del vicesegretario di partito, Andrea Orlando: “Renzi dice che ‘su giustizia siamo allo zero assoluto’. Probabilmente sono stato invitato ad un’altra riunione“. Aggiunge, infine, su Twitter: “apertura su riforma penitenziaria, modifica prescrizione, intercettazioni… Non sprechiamo questa possibilità!“.

image_pdfimage_print

Ultimi articoli