Concorso straordinario scuola: i termini per l’iscrizione Domande entro il 10 agosto per partecipare alla prova selettiva straordinaria per 32mila cattedre

Pubblicate il 10 luglio in Gazzetta Ufficiale n.53 le modifiche al bando per il concorso straordinario per 32mila posti in cattedra nella scuola secondaria di primo e secondo grado su posto comune e di sostegno.

Il termine per presentare la domanda di partecipazione alla prova concorsuale scade alle ore 23:59 del 10 agosto 2020.

I requisiti per partecipare

I requisiti di ammissione al concorso straordinario per l’immissione in ruolo per i posti comuni sono:

  • tre annualità di servizio (anche non continuative) tra l’anno scolastico 2008/2009 e l’anno scolastico 2018/2019;
  • almeno una annualità per la classe di concorso alla quale si intende partecipare;
  • possesso di titolo di studio valido per la classe di concorso richiesta.

Per quanto riguarda gli aspiranti al ruolo di insegnanti di sostegno, oltre a tali requisiti, è richiesta anche la specializzazione per il sostegno.

La prova scritta

Il punteggio minimo per superare la prova scritta, diversa per ogni classe di concorso, è di sette decimi o equivalente, da svolgere con il sistema informatizzato. I candidati avranno a disposizione 150 minuti per svolgerla.
I quesiti non saranno a risposta multipla, ma si tratterà di cinque domande a risposta aperta, per ognuna delle quali il punteggio massimo sarà di 15 punti.

Discorso a parte per la lingua inglese, per la quale è prevista l’analisi di un testo di livello B2. I punti assegnati per tale sezione della prova saranno 5.

La soglia minima per il superamento della prova scritta è di 56 su 80. Si potranno presentare fino a tre domande di iscrizione: una per una classe di concorso posto comune, una per il sostegno di primo grado e una per il sostegno di secondo grado.

Per i vincitori immessi in ruolo nell’anno scolastico 2021/2022 ma che rientrano nei posti destinati alla procedura per l’anno scolastico 2020/2021, sarà valida la decorrenza giuridica del rapporto di lavoro dal 1 settembre 2020.

Nel caso in cui l’emergenza sanitaria lo rendesse necessario, la prova scritta potrebbe essere svolta in una regione diversa da quella per la quale il candidato ha presentato domanda.

Print Friendly, PDF & Email

more recommended stories