domenica 16 Giugno, 2024
27.3 C
Napoli

Articoli Recenti

spot_img

Boscoreale: vasto incendio in una concessionaria

A Boscoreale, comune in provincia di Napoli, questa notte, è avvenuto quello che è stato definito un “attentato in piena regola”, un avvertimento come non se ne vedevano da tempo in questa zona.

L’avvertimento indirizzato al titolare di Giusy Auto, la concessionaria in via Settetermini, una strada a confine tra Boscoreale e Torre Annunziata, nel quartiere Piano Napoli.

Il bilancio dell’incendio è catastrofico: dodici auto distrutte, altre sei danneggiate e un danno economico di circa 300mila euro. L’incendio è stato appiccato all’1.30 di notte, seguito poi da uno scoppio, spento dai vigili del fuoco.

A immortalare l’accaduto le telecamera di sorveglianza di un negozio vicino alla concessionaria e quelle di alcune abitazioni private. Le immagini riprese sono state già visionate e alcune acquisite dai Carabinieri della sezione radiomobile di Torre Annunziata. Queste forniscono l’esatta dinamica dell’accaduto.

Al momento si attende la perizia dei vigili del fuoco, che confermerà quello che è evidente ed è stato ripreso dalle telecamere.

Intorno l’1.30 di questa notte, un’auto si è fermata nei pressi del cancello della concessionaria. A scendere dalla macchina tre uomini che sono entrati nel parcheggio dove erano esposte auto nuove e usate ed hanno appiccato il fuoco.

Si tratta di avvertimento camorristico, in piena regola, nel quartiere Piano Napoli di via Settetermini.

Un simile attentato non si vedeva da tempo nella zona. Infatti questa è presidiata costantemente dalle forze dell’ordine con lo scopo di stroncare lo spaccio di stupefacenti.

Stando alle prime ricostruzioni dei militari dell’Arma l’incendio appiccato, la cui natura risulta al momento ancora non chiara (si attende la perizia dei vigili del fuoco), ha provocato un danno pari a circa 300.000 euro, secondo le prime stime.

I militari hanno ascoltato il titolare della concessionaria che ha riferito di non aver mai subito né minacce né richieste estorsive. Le immagini delle telecamere risulteranno essere preziose per individuare i responsabili e il movente criminale dell’attentato.