martedì 25 Giugno, 2024
22.1 C
Napoli

Articoli Recenti

spot_img

Albicocche: non tutte sono uguali. Da nord a sud alla scoperta delle migliori varietà

Tra i frutti estivi più amati dagli italiani ci sono le albicocche. Ma non sono tutte uguali. Come per le mele, anche le albicocche hanno diverse varietà.

In questo articolo scopriremo la classifica delle 10 migliori albicocche italiane.

Le albicocche

Partiamo con il dire che di varietà di albicocche ne esistono oltre 100.

A prescindere dalla varietà, questo frutto ha poche calorie e può essere più o meno dolce. L’albicocca è un frutto originario della Cina del Nord. Le prime piante nel Mediterraneo arrivarono in epoca romana. Oggi la coltivazione degli albicocchi avviene in tutta Italia e se ne produco molteplici varietà differenti.

Le 10 migliori albicocche italiane

Partiamo dal Sud Italia per arrivare al Nord per scoprire le migliori varietà di albicocche italiane.

Albicocca di Scillato

Questo frutto è di origine siciliana. Ha un sapore ricco e intenso e si tratta di un albicocca abbastanza piccola. Durante la coltivazione non vengono aggiunti prodotti chimici. La superfice è spesso imperfetta, ciò è dovuto alla coltivazione biologica.

Amabile vecchioni

Questa varietà ama i terreni asciutti e i climi caldi, ma non teme neanche le temperature rigide. Quindi può essere coltivata ovunque. Si tratta di una varietà è tardiva, in quanto i suoi frutti si raccolgono a fine Giugno. Le albicocche sono di grandi dimensioni, dal gusto dolce.

Albicocca Galàtone

Originaria della Puglia, questa albicocca si riconosce dalla buccia chiara con dei puntini rossi. Ha un sapore abbastanza dolce.

Vesuviana

Originaria della Campania, questa è una varietà di albicocca dalle piccole dimensioni e un colorito che parte dal giallo-arancio fino ad arrivare al rosso intenso. Ha un sapore dolce molto intenso.

Albicocca Preole

Anche questa viene dalla Campania, ha un sapore zuccherino ed è di piccole dimensioni. Si tratta di una varietà poco conosciuta perché il suo albero ha una coltivazione non troppo prospera.

Diavola

Con un colorito più rosso e intenso delle altre, ha un sapore particolarmente dolce e dimensioni medio grandi. Anche questa di origine campana.

Reale di Imola

Queste albicocche sono piccole, chiare e con una crescita scalare sull’albero. La raccolta avviene rigorosamente a mano, man mano che i frutti maturano. Adatta ad essere coltivata nei giardini casalinghi.

Valleggia

Questa varietà prende il nome dall’omonimo comune situato alle spalle di Savona. I frutti sono di un arancio brillante e una grandezza media. Si raccoglie verso fine Giugno.

Albicocca precoce di Toscana

Originaria della Toscana con un colore arancione intenso e una polpa particolarmente morbida e dal gusto molto zuccherino.

Val Venosta

Siamo arrivati in Trentino Alto Adige dove troviamo un’albicocca dal colore giallo oro con un sapore al quanto acidulo. Ideale per la preparazione di confetture e dessert.