26.7 C
Napoli
venerdì, 19 Agosto 2022

Abbandona il figlio a Roma: arrestata una 25enne

Da non perdere

È stata rintracciata a Bologna e arrestata dalla Polfer la donna che, giovedì pomeriggio, ha abbandonato il figlio di sette mesi, in carrozzina, su una strada nel centro di Roma.

Secondo quanto riferito da fonti di polizia, la 25enne, nata in Italia e di origine croata, si trovava su un Euronight 296 Roma-Monaco.

Gli agenti della Polfer di Bologna erano stati allertati dai colleghi di Roma (i quali avevano inviato una segnalazione con la descrizione della donna ed alcuni fotogrammi ricavati dalle telecamere di sorveglianza della zona) e l’hanno riconosciuta dopo essere saliti sul treno ed aver controllato ogni carrozza.

Con la 25enne viaggiava l’altra figlia, una bimba di cinque anni. Gli agenti l’hanno fatta visitare al pronto soccorso pediatrico del Sant’Orsola, dov’è stato accertato che, tranne una lieve ecchimosi a uno zigomo, stava bene. La piccola è stata affidata ai servizi sociali e collocata in una struttura per minori, mentre la madre è stata condotta nel carcere della Dozza e dovrà rispondere di abbandono di minore.

La donna non aveva precedenti e come ultimo domicilio risultava una struttura di accoglienza per madri in difficoltà in zona Cassia. Una delle ipotesi è che stesse cercando di lasciare l’Italia.

Il neonato è stato rinvenuto, avvolto in una copertina, nei pressi della Stazione Termini della Capitale. La carrozzina era stata abbandonata su un marciapiede in via Principe Amedeo, poco lontano dai terminal della stazione e i capolinea di alcuni bus, nell’ora di punta: probabilmente, la donna desiderava essere certa che il bimbo potesse essere soccorso e accolto. A notarlo, infatti, è stata una passante: vista una carrozzina incustodita, si è sporta per guardare all’interno, scoprendo il piccolo che dormiva beatamente. Ha così dato l’allarme.

Gli elementi farebbero pensare ad una storia d’indigenza. Il bimbo è stato trovato, infatti, in buone condizioni dai medici, i quali lo hanno sottoposto ad analisi e accertamenti: ben nutrito, curato e reagente agli stimoli. Sarà affidato, almeno per il momento, agli assistenti sociali.

image_pdfimage_print

Ultimi articoli