Economia circolare, UE, riparare gli elettrodomestici

UE, guerra all'obsolescenza programmata, la direttiva entrerà in vigore dal 2021 e assicurerà che gli elettrodomestici siano riparabili per almeno 10 anni

La Ellen MacArthur Foundation stima che la longevità viene misurata in cicli di utilizzo, quanto maggiormente restano funzionali le macchine, tanto minore sarà il suo costo per ciclo. Ma oggi se una macchina quale una lavatrice, una lavastoviglie o un frigorifero si rompono è spesso più comodo e facile sostituirla che ripararla, apportando gravi danni all’ambiente. Oggi una direttiva Ue ha però stabilito che dovrà essere più facile riparare gli elettrodomestici malfunzionanti piuttosto che sostituirli.

Il 1 ottobre la Commissione Europea ha adottato nuove regole specifiche volte all’incoraggiamento per i produttori a progettare macchine pensando all’economia circolare. La direttiva sulla progettazione ecocompatibile prolungherà la vita di moltissimi dispositivi, assicurando una più facile reperibilità dei pezzi di ricambio che i produttori saranno tenuti ad immagazzinare per 10 anni e di cui dovranno garantire la consegna in tempi rapidi.

I rifiuti elettronici, tra cui dispositivi elettrici o elettronici scartati, sono la fonte di rifiuti in più rapida crescita al mondo, con una produzione annua di circa 50 milioni di tonnellate, ma di queste solo circa il 20% viene smaltito in modo appropriato.

Il passaggio all’economia circolare porterebbe ad un metodo alternativo di risoluzione del problema.

Coloro i quali apprezzeranno maggiormente le nuove regole del “diritto alla riparazione” saranno probabilmente i tecnici delle riparazioni e della manutenzione, d’altro canto i produttori dovranno rendere ampiamente disponibili i pezzi di ricambio ai sensi della direttiva riguardanti la progettazione ecocompatibile, i quali dovranno solo fornire ai riparatori professionisti.

Gli elettrodomestici inclusi nella direttiva sono: 

  • frigoriferi
  • Lavatrici
  • lavastoviglie
  • Display elettronici (compresi i televisori)
  • Sorgenti luminose e alimentatori separati
  • Fornitori di energia esterna (gruppi elettrogeni e di continuità)
  • Motori elettrici
  • Frigoriferi con funzione di vendita diretta (ad esempio Frigoriferi nei supermercati, distributori automatici di bevande fredde)
  • Trasformatori di potenza
  • Attrezzature per saldatura
Print Friendly

LASCIA UN COMMENTO