mercoledì 17 Aprile, 2024
12.5 C
Napoli
spot_img

Articoli Recenti

spot_img

WhatsApp: gli sviluppi di un colosso mondiale

WhatsApp è un’applicazione informatica, costituita dalla messaggistica istantanea centralizzata di origini americane ideata e realizzata nel 2009. In principio pensata per uso da dispositivo mobile, è stata anche creata una versione per computer desktop, dalla quale è indispensabile il proprio numero di telefono attraverso la versione mobile per poterlo sfruttare. Con il corso degli anni, l’applicazione ha subito delle modifiche ed è progredita repentinamente, diventando un vero e proprio colosso globale.

WhatsApp: un’applicazione in costante trasformazione

Nelle ultime settimane WhatsApp ha preannunciato alcu modifiche, atte a garantire un funzionamento sempre più efficiente. Questi cambiamenti hanno mutato l’esperienza di molti utenti e del loro rapporto con l’applicazione.

Le variazioni implicano la gestione dei messaggi, mandati da contatti e gruppi spam, e inoltre l’adesione a chiamate audio e video di gruppo. Naturalmente, il tutto può essere realizzato soltanto con l’aggiornamento dell’app.

La prima delle nuove funzionalità consentite da WhatsApp permette di “archiviare le conversazioni” in modo permanente, tale da offrire la possibilità non ricevere notifiche né da contatti né da gruppi. Prima di questa opportunità, infatti, le conversazioni archiviate ritornavano alla schermata principale dell’applicazione. La variazione è efficiente, adatta per gli individui che vogliono troncare il ricevimento di aggiornamenti su una conversazione, ma non desiderano bloccare un contatto o lasciare un  gruppo.

Come seconda modifica, quest’app consente la possibilità di “partecipare alle chiamate di gruppo“, nel tempo in cui sono attive e non soltanto quando risuona il cellulare. Con questo nuovo metodo, qualsiasi persona abbia smarrito l’inizio della propria connessione può partecipare in un momento successivo. Usufruendo di questo vantaggio, è anche ammissibile lasciare la chiamata e rientrare in un secondo momento, attraverso la “scheda Chiamate“.

Come ultima modifica, ritenuta forse la più rilevante, l’applicazione dovrebbe garantire l’opportunità di far funzionare WhatsApp Web senza il supporto dello smartphone. Lo stesso WhatsApp ha comunicato che sta provando con alcuni individui un cambiamento del funzionamento della versione del browser. In questo nuovo prototipo, gli utenti potranno sfruttare l’occasione di accedere all’app attraverso un massimo utilizzo di quattro computer, i quali saranno completamente indipendenti ed autonomi. Su dispositivo mobile, invece, l’account sarà limitato a un unico dispositivo.