Sai gestire le tue emozioni?

                                                   Tempo di lettura  3 minuti

Un’altra parte molto importante che insegna il Coaching è imparare a gestire le emozioni.  

Ci sono due tipi di emozioni: quelle chiamate istintive, quando reagiamo senza riflettere,  ed hanno il compito di proteggerci e mantenerci fisicamente al sicuro, di fronte a pericoli e minacce preservando la nostra incolumità e quelle che durano più tempo e che scaturiscono dai nostri pensieri e determinano il nostro stato d’animo.  Le prime, sono le emozioni  istintive e non le controlliamo, a differenza delle seconde che possiamo imparare a gestire.

Il film animato ‘Inside Out’ (2015) della Pixar fa un quadro perfetto di quello che succede nella nostra mente quando sono le emozioni a gestire noi e non viceversa. La nostra protagonista è una bambina di nome Riley di 11 anni. Nella sua mente vivono 5 emozioni ognuna delle quali è rappresentata da un colore : Gioia: con il colore giallo che rappresenta la felicità, Tristezza di colore blu, Paura rappresentata dal colore bianco, Rabbia dal colore rosso e Disgusto dal colore verde.  Ogni sfera rappresenta un ricordo della nostra Riley e la maggioranza di esse sono di colore giallo (Gioia) con tutti ricordi felici che si trovano nella memoria a lungo termine di Riley. Poi ci sono i ricordi base che sono quelli che definiscono la sua personalità ed alimentano le 5 isole: la Famiglia, l’Onesta, il Divertimento, l’Hockey e L’Amicizia. Andava tutto bene nella vita di Riley, fino a quando la famiglia non si trasferisce per motivi di lavoro del padre dal Minnesota a San Francisco.

Da quel momento in poi tutte le certezze di Riley cominciano a vacillare. Con un cambiamento radicale nella vita di Riley: dalla casa, alla scuola agli amici i bei ricordi lasciano posto a ricordi tristi e malinconici.  Saranno Gioia e Tristezza che cercheranno di ricostruire i ricordi felici di Riley intraprendendo un viaggio nella sua memoria a lungo termine.  Ci saranno incontri con diversi personaggi del passato di Riley, come l’amico immaginario Bing Bong e con altri simpatici amici sempre del passato della nostra protagonista che renderanno il viaggio ancora più curioso e avvincente. Anche se animato, Inside Out affronta delle tematiche delicate di ciò che succede nella nostra mente quando le emozioni prendono il sopravvento nella nostra vita ed il suo titolo è un chiaro messaggio che tutto ciò che ci succede dentro (Inside) si riflette all’esterno (Out). Rivedendolo e ascoltandolo con orecchie di un adulto questo film animato, vincitore dell’Oscar, ha un grande e profondo significato, soprattutto perché ci fa capire quanto siamo volubili e come la nostra struttura logica e razionale può crollare quando il nostro sistema emotivo va in Tilt.

Questo succede, non solo a Riley, anche a tutti noi. Questo continuo e costante turbine di emozioni influisce costantemente nelle nostre vite ed è solo imparando a riconoscerle possiamo gestirle e controllarle, altrimenti rischiano di prendere il sopravvento, come accade alla nostra piccola Riley.

Ma da dove scaturiscono le emozioni? Dai cambiamenti della nostra vita, da forti momenti vissuti o che viviamo che ci portano a pensare. I nostri pensieri generano delle emozioni e le emozioni a loro volta generano le nostre azioni.  Questa ruota che abbiamo è conosciuta come effetto Rosenthal o effetto Pigmalione o ancora profezia Auto-avverante.

Ricapitolando, le nostre azioni sono la conseguenza dei nostri pensieri e i nostri pensieri derivano dalle nostre emozioni.  Belle emozioni, bei pensieri, belle azioni e viceversa.

Quindi, tutto parte dalle nostre emozioni, ma per poter gestire le nostre emozioni c’è bisogno prima di riconoscerle.

Daniel Goldman, il padre dell’Intelligenza Emotiva (1995), afferma che i nostri momenti di rabbia, paura, gioia e passione possono riuscire a sabotare le nostre migliori intenzioni. Questi impulsi emotivi non sono altro che la mancanza di autocontrollo.

 In questo momento storico molti di noi sono sopraffatti dalle forti emozioni scaturite dalle preoccupazioni e dall’ansia per quanto sta succedendo intorno a noi. Come possiamo fare per evitare di farci travolgere e rendere i nostri stati d’animo meno angoscianti e più leggeri? Cosa possiamo fare per impedire alle emozioni di prendere il controllo della nostra vita, per salvaguardare noi stessi e la nostra salute psicofisica?

Evitiamo momenti di stallo o approfittiamo di questi momenti per dedicarci a noi ed al nostro benessere. Tu sei la persona più importante e hai il dovere di prenderti cura di te. Inoltre, il lavoro che farai dentro di te si rifletterà all’esterno, riuscendo a trasmettere intorno serenità, felicità e positività. Il tuo mondo esteriore non è altro che il riflesso del tuo mondo interiore e quindi dei tuoi pensieri (Inside-Out)

In conclusione, vuoi cambiare qualche aspetto della tua vita? … Comincia con i tuoi pensieri! Quali sono i tuoi pensieri felici? Cosa ti rende gioioso, allegro o felice?

Fai un elenco, così quando ti senti demotivato, riprendi, rileggilo attentamente e se riesci anche a visualizzare i momenti che ti provocano quel pensiero ancora meglio, questo ti permetterà di diventare un campione nel gestire le tue emozioni e riuscire a capovolgere, come per magia,  il tuo stato d’animo attuale.

Print Friendly, PDF & Email

more recommended stories