martedì 16 Aprile, 2024
18.6 C
Napoli
spot_img

Articoli Recenti

spot_img

Roberto Vecchioni difende Geolier: un accanimento contro Napoli

Roberto Vecchioni è intervenuto sulla spinosa questione delle critiche rivolte al cantante napoletano Geolier. I riflettori sul Festival di Sanremo non si sono ancora spenti, e difatti i commenti sugli artisti in gara, continuano a susseguirsi sul web. 

Il popolare cantautore italiano, ha difeso il cantante napoletano Geolier, durante un programma televisivo di cui è stato ospite. “Secondo me c’è dell’invidia, perchè Napoli è un regno dal 1200, quando altrove si pascolavano le capre. Napoli è una delle città più immense del mondo, lì hanno inventato la musica”. Ed effettivamente si può dire che passeggiando per Napoli è possibile ascoltare la musica proveniente magari dalle finestre aperte, oppure semplicemente percepire la musicalità che la città partenopea evoca e che crea delle emozioni indissolubili. 

Il professor Vecchioni ha speso parole di apprezzamento sulla città partenopea: “Una città che si può dire ha inventato la musica; io amo Napoli. I miei genitori sono napoletani, ma anche se non lo fossero, direi le stesse cose”.

Per quanto riguarda Geolier, Vecchioni ha espresso il proprio parere sul testo scritto dal cantante napoletano. “Una canzone non facile da cantare, un testo difficile, non di certo banale”, ha dichiarato il celebre paroliere e cantautore italiano, apprezzatissimo dal pubblico.

La musica è cultura, in ogni sua sfaccettatura comunica qualcosa, ed è quello che ogni artista, a proprio modo, riesce a fare, cantando. 

Al di là di ogni preferenza o scelta personale, il cantante napoletano ha rappresentato la propria città sul palco dell’Ariston. Nonostante tutto si è parlato di Napoli, è stata data visibilità ad una città dalle mille sfaccettature. Ecco dunque che le avversità nei confronti dell’artista di Secondigliano, perde di significato e non ha motivo d’essere.

Un vero e proprio riscatto sociale a anche culturale, quello di Emanuele Palumbo, in arte Geolier, idolo di tantissimi ragazzi e ragazze, conosciuto già prima di Sanremo. A tal proposito, ricordiamo che Geolier è stato invitato anche all’Università Federico II di Napoli per interfacciarsi con gli studenti. Un invito, quello del rettore del celebre ateneo napoletano che spiega quella che è la “missione” dell’università.

“Per noi invitare Geolier è stato un fatto naturale. Il nostro Ateneo che quest’anno compie 8 secoli di storia è intriso della storia di Napoli. Una delle nostre missioni è ascoltare e interloquire con la componente giovanile di Napoli che sfugge al mondo della formazione. Noi abbiamo fatto un grande investimento, aprendo una sede dell’Universita a Scampia”.

L’artista partenopeo non ha bisogno di “avvocati difensori”, perchè è la gente stessa a donargli calore, sostenendolo quotidianamente e la sua popolarità aumenta a dismisura. Certamente gli apprezzamenti del professor Vecchioni rappresentano motivo di orgoglio per un giovane che è riuscito a salire sul palco dell’Ariston.