Ritorno al cinema: dal 15 giugno la fase ‘riabilitazione’ Manca poco all’inizio della fase di riabilitazione dei cinema prevista per il 15 giugno

Il ritorno al grande schermo sembra essere molto vicino

Questa è una buona notizia per gli amanti del grande schermo; la sala buia, le poltrone dinanzi a un enorme schermo e l’odore dei popcorn che aleggia nella grande sala torneranno presto a far parte del nostro quotidiano, sempre rispettando le regole di prevenzione.

La conferma arriva dal premier Conte, con un nuovo decreto ministeriale  che colloca la data di riapertura dei cinema per il 15 giugno.

Lo stesso Mario Lorini, presidente dell’Anec (Associazione nazionale esercenti), è stato in prima fila tra i tanti capitani in questa battaglia per poter tornare a mettere in moto il settore.

Già dal 3 giugno, dopo il pronunciamento del Comitato tecnico scientifico sull’andamento della curva dei contagi, potranno iniziare le fasi di preparazione per la riabilitazione dei vari cinema, iniziando ad apportare le giuste precauzioni sanitarie e di sicurezza in base al regolamento europeo, come il distanziamento sociale e la sanificazione degli ambienti.

In questi tre mesi di chiusura delle attività, molto importanti sono state le piattaforme online che con programmi ed eventi hanno saputo intrattenere a distanza lo spettatore. 

La domanda che giunge spontanea dato lo stato di fermo di livello mondiale è: quali film arriveranno nelle sale?

I set di quasi tutto il mondo si sono fermati all’arrivo del coronavirus, molti film e serie televisive hanno dovuto sospendere le riprese a date da definire, lasciando il lavoro o la stagione, nel caso delle serie tv, a metà.

Il presidente dell’Anec, Lorini, rassicura che i distributori stanno lavorando a tal proposito, menzionando titoli internazionali come Tenet di Nolan o  Mulan della Disney tra i primi che potrebbero far ripartire il mercato, anche se questi sono ancora senza data.

Il ritorno ai cinema per questa fase di riabilitazione sarà quindi graduale, un lento riabituarsi poiché ogni cosa avrà il giusto tempo e le sue regole per poter garantire un ritorno ‘normale’ alla vita dei cinema e degli amanti del grande schermo.

Print Friendly, PDF & Email

more recommended stories