lunedì 15 Aprile, 2024
17.4 C
Napoli
spot_img

Articoli Recenti

spot_img

Napoli città in festa: terzo scudetto azzurro

Napoli: città in festa, il cuore azzurro gioisce per la vittoria del campionato.

Se l’attesa del piacere è essa stessa il piacere allora la gioia non può che essere infinita.

33 anni dopo il Napoli torna sulla vetta dell’Italia calcistica.

Da Maradona a Kvaratskhelia, da Bigon a Spalletti, da Ferlaino a De Laurentiis, a Napoli è di nuovo festa grande.

Il campionato è stato però talmente esaltante e dominato dagli azzurri, che la città era ormai pronta da tempo alla grande festa, per la quale si aspettava solo l’epilogo finale, arrivato nella gara di oggi con la Salernitana.

I quartieri della città da settimane sono colorati di azzurro: su finestre e balconi bandiere, striscioni e nastri senza soluzione di continuità. Ma ogni strada, vicolo e piazza è una lunga e stupenda distesa di striscioni e bandiere festanti, perché dopo più di 30 anni la voglia di festeggiare era talmente tanta che contenerla sarebbe stato ingiusto oltre che impossibile. Cuore dei festeggiamenti è sicuramente l’ormai ribattezzato “Largo Maradona”, dove c’è l’ormai famoso murales dedicato a Maradona è diventato uno dei punti di passaggio obbligatori per i tifosi napoletani e non solo, assunto poi a punto di riferimento naturale per tutti i tifosi che aspettavano questa giornata.

Una conferma matematica attesa tanto, per anni, conclusasi oggi dopo quella che domenica è stata denominata la festa sospesa.

Il classico caffè solidale trasformato dalla fantasia napoletana nella variante scudetto.

Dopo la vittoria della Lazio sull’Inter di domenica la vittoria sembrava già in tasca… E invece… Tutto rinviato.

La Lazio però ieri non ci è ricascata, quindi sta sera serviva almeno un pareggio.

Un risultato non scontato, anzi Napoli e i Napoletani devono sudare sino alla fine.

La partita inizia con il peggiore tra gli scenari. L’Udinese, infatti, si porra quadi subito in vantaggio.

Comincia la rincorsa, trasformata in pareggio dall’immancabile Osimhen.

Il cielo si tinge di un metaforico azzurro, Napoli città in festa anche a distanza.

Crederci sempre, arrendersi mai.

Le parole del grande Troisi campeggiano sugli striscioni dei tifosi: “Scusate il ritardo” vere più che mai e ora il Napoli, la città e i suoi abitanti possono intonare un entusiastico “Ricomincio da tre “.