11.3 C
Napoli
lunedì, 28 Novembre 2022

Missili nucleari modificati su Kiev

La Russia cambia arsenale per colpire l'Ucraina e passa ai Kh-55

Da non perdere

Che sia una scelta strategica per intimorire l’avversario o la necessità di aumentare la portata dell’arsenale missilistico ormai in esaurimento la risoluzione finale non cambia. Mosca sta infatti utilizzando missili nucleari modificati per attaccare l’Ucraina.

Nel raid aereo mosso oggi ai danni dell’ Ucraina sarebbe stato usato un missile Kh-55 privato della testata nucleare.

La notizia riportata dal sito Defence Express parla di un Kh-55 dove al posto della testata nucleare è stata “avvitato” un blocco che simulava l’effetto della testata nucleare.

Nell’attacco di oggi, inoltre, sono stati abbattuti almeno 4 droni Kamikaze oltre ad un missile da crociera diverso dai missili nucleari modificati.

Il missile analizzato dagli esperti fa parte sicuramente parte dell’arsenale nucleare dei russi ma sarebbe stato modificato :  “svitando la testata nucleare e sostituendola con un blocco vuoto”.

È in assoluto la prima volta che la Russia utilizza una modifica di questo genere  per colpire Kiev, sino ad oggi erano, infatti, stati utilizzati sempre missili di tipo X-555.

Questi missili sono comunque una modifica di un ordigno nucleare, l’X-55, ma nascono con un intento diverso rispetto ai Kh.

Missili nucleari modificati: perché usarli

La scelta di utilizzare missili di questo genere, come dicevamo, può essere spiegata in vari modi.

Un primo motivo potrebbe essere legato all’esaurimento dell’arsenale missilistico in dotazione dell’esercito russo.

Una mancanza che avrebbe portato il Cremlino verso la scelta di attingere al proprio arsenale nucleare, pur se modificato, in modo da garantirsi copertura missilistica.

Altra possibilità è che Mosca abbia utilizzato, nell’attacco di massa di oggi, anche il Kh-55 modificato per essere sicuri di sopraffare le difese aere di Kiev.

Mosca ha in questo modo ricordato, qualora ce ne fosse bisogno, non solo agli Ucraini ma al mondo intero il rischio concreto di una minaccia nucleare.

image_pdfimage_print

Ultimi articoli