Manovra: nessun pericolo infrazione per l’Italia?

Appare fiducioso Giovanni Tria al termine dell'incontro con Moscovici, al G20 di Buenos Aires. "Incontro cordiale, nessuno vuole una procedura di infrazione", ha detto il ministro dell'Economia

Si definisce “fiducioso” il ministro dell’Economia Giovanni Tria, alla luce dell’incontro avuto, a conclusione del G20 di Buenos Aires, con il commissario europeo per gli Affari economici Pierre Moscovici.

“L’incontro con Moscovici è stato cordiale, stiamo discutendo, l’obiettivo è evitare la procedura d’infrazione. Io sto portando la linea del governo che è quella di cercare una soluzione”, ha dichiarato Tria alla stampa. La commissione ha sempre avuto “una posizione di apertura”, certo “nessuno vuole una procedura di infrazione”.

Previsti inoltre per oggi, gli emendamenti del Governo alla manovra che sarà alla Camera il prossimo lunedì.

Nel rispondere ai giornalisti circa la possibilità di chiusura della trattativa con l’Ue, il ministro ha aggiunto: “Non si può chiudere così in breve tempo”, con Pierre Moscovici “continueremo a vederci nelle prossime settimane, direi continuamente”.

Riguardo poi un eventuale incontro con il presidente della commissione Ue, Jean Claude Juncker, a margine del G20, Tria ha risposto: “Non lo so se lo incontro, qui ci si incontra tutti, se lo incontro mi fa piacere”.

Print Friendly

LASCIA UN COMMENTO