giovedì 29 Febbraio, 2024
16.2 C
Napoli
spot_img

Articoli Recenti

spot_img

L’ospedale chiama i familiari per avvertirli della sua morte: la donna, però, è viva

Succede a Caserta, a Casal di Principe: l’ospedale chiama i familiari per annunciare che Agnese Grimaldi, 52 anni, ricoverata a causa di un peggioramento per il Covid, è deceduta. La telefonata, arrivata di mercoledì sera, però, è stata frutto di un errore. Quando la famiglia si reca al Covid Hospital di Maddaloni si rende conto dell’incredibile vicenda. Agnese è viva e vegeta e sta ancora lottando con le complicazioni dell’infezione.

La famiglia aveva già organizzato i funerali della donna

Dopo il triste annuncio di mercoledì, la famiglia della donna aveva già cominciato ad organizzarne i funerali. Amici e compaesani erano già accorsi in aiuto della famiglia per la scomparsa prematura della parente, pronti a supportarli in un momento tanto difficile e a porgere le proprie condoglianze. Agnese, nel frattempo, però, era ancora viva in ospedale a lottare contro la malattia. Tutto nella piena inconsapevolezza della sua famiglia.

I funerali erano previsti per oggi alle 11:30. Al rito funebre, però, per fortuna, non si è presentato nessuno.

Secondo quanto il personale sanitario aveva raccontato ai parenti di Agnese Grimaldi, nel corso della telefonata, la donna sarebbe morta proprio a causa delle complicazioni causate dal virus. Una vicenda piuttosto incredibile. Un terribile errore che ha, inutilmente, fatto soffrire amici e parenti della donna ricoverata. La donna, per il momento, è stabile.

Ospedale chiama i familiari di una donna ancora in vita: sui social circolano immagini dei manifesti funebri

Sui social, in particolare su TikTok, circolano immagini dei manifesti funebri della donna. A riportare la notizia che ha dell’incredibile è Edizioni Caserta. Nel paese, ormai, si era diffusa ovunque la voce del decesso della signora a causa delle complicazioni del virus.

La famiglia si dice pronta a sporgere denuncia

I familiari, ancora sotto shock ma sollevati dall’apprendere delle reali condizioni di salute di Agnese, stanno valutando di intraprendere un’azione legale nei confronti del Covid Hospital di Maddaloni. Si dicono pronti a presentare denuncia per un errore che gli ha arrecato molto dolore. Per la ricezione di una telefonata che mai nessuno vorrebbe ricevere.

 

Anna Borriello
Anna Borriello
Scrivo per confrontarmi col mondo senza ipocrisie e per riflettere sul rapporto irriducibile che ci lega ad esso.