4shared
8.5 C
Napoli
mercoledì, 1 Dicembre 2021

La Carta di Sorrento: promuovere la bellezza

Da non perdere

In data 24 ottobre 2020, a Sorrento, prenderà il via la manifestazione meglio nota come Premio Penisola Sorrentina. Centrale sarà il suo manifesto: La Carta di Sorrento.

La fiera culturale, della quale sarà curatore Mario Esposito, giunge alla sua venticinquesima edizione quest’anno. Nozze d’argento, dunque, per la mostra, conosciuta anche come Premio Arturo Esposito.

Il 2020 è, inoltre, un anno molto particolare, dal momento che il titolo di primo cittadino è stato conquistato dal signor Mario Coppola. Coppola si dichiara fiero ed onorato di rappresentare una città che simboleggia la bellezza italiana. E nessuno può biasimarlo.

Sorrento, la perla del Golfo di Napoli, non costituisce solo uno dei vanti panoramici della provincia di Partenope, questa possiede anche uno sconfinato patrimonio artistico-culturale. Dulcis in fundus, è una delle cittadine che ha maggiormente dato lustro all’industria cinematografica mondiale.

E’ una città che merita impegno e tenacia, così come ha riportato Coppola nelle sue dichiarazioni.

L’evento in piena era pandemica

Quest’anno, non si procederà solamente alla consegna dei premi destinati a chi ha saputo incentivare il sistema culturale, l’audiovisivo e lo spettacolo dal vivo, si discuterà di una tematica fondamentale.

Inutile evidenziare la paura e il panico che gli addetti al settore turismo e spettacoli stanno vivendo in questo periodo, l’incubo di un nuovo eventuale lock down incombe su tutti.

Come occorrerà agire, allora, per far sì che la fenice risorga dalle sue ceneri? In cantiere, tante idee per il rilancio dell’economia e per riportare in scena spettacoli imperdibili.

La risposta è affidarci alla bellezza, Sorrento non limiterà le sue azioni, non sarà passiva, si attiverà per fare luce sul tenebroso incubo che l’umanità sta vivendo.

Il comune sta provando a costruire un nuovo futuro, in cui la bellezza illumini le brutture di cui siamo attualmente i testimoni. Il giornalista Roberto Napoletano conferma la validità dell’idea, la bellezza sarà il nuovo motore dell’economia.

Ecco quindi che il manifesto del premio della penisola, denominato la Carta di Sorrento, costituirà il mezzo per richiamare l’attenzione del governo sul concetto della sostenibilità in piena crisi, sull’attuazione di un piano incentrato sull’ideale dello splendore.

 

 

 

 

 

image_pdfimage_print

Ultimi articoli