Il Festival della Musica Popolare del Sud a Capodimonte La serie di spettacoli si terrà al Belvedere di Capodimonte dall'8 al 10 agosto e si concluderà con la visione delle stelle cadenti

Musica, tradizione e folclore, questi sono gli elementi caratteristici del Festival della Musica Popolare del Sud Italia.

Lo spettacolo musicale, giunto alla sua terza edizione, è organizzato dal Museo e Real Bosco di Capodimonte, con il supporto della Regione Campania. In particolare l’evento fa parte del progetto “Capodimonte popolare e colto”, finanziato con i fondi POC, acronimo di Programma operativo complementare 2014/2020.

Lo spettacolo è articolato in 3 serate, che vanno dall’8 al 10 agosto e si concluderà con il gran finale della notte di San Lorenzo. Quest’ultimo incontro prevede la visione delle stelle cadenti, accompagnata dalle suggestive melodie del repertorio musicale napoletano, salentino e calabrese nella splendida location di Capodimonte.

Inoltre la partecipazione al festival è totalmente gratuita, con obbligo di prenotazione. Durante l’evento saranno messe in atto tutte le misure anti-contagio, tra le quali il distanziamento di almeno un metro.

Il Festival della Musica Popolare del Sud nella notte di San Lorenzo

Viene riproposto il tradizionale concerto nella notte di San Lorenzo al Belvedere di Capodimonte. Lo spettacolo comincerà alle 21 e sarà animato dal Petit Enseble di MusiCapodimonte. Anche quest’anno l’evento offrirà la possibilità di godere della vista delle stelle cadenti, accompagnata da antiche melodie della tradizione napoletana, dove ritmi tipici incontrano testi innovativi, fondendosi in un nuovo ed interessante esperimento musicale.

Tra le tante novità, saranno proposti degli arrangiamenti su brani che riguardano la storia di Capodimonte. In particolare tali informazioni sono tratte dalle ricerche di Pietro Catauro, svolte nell’Archivio Sonoro della Canzone Napoletana. Una serata all’insegna della creatività, dove la passione per la buona musica si unisce alla possibilità di conoscere nuovi dettagli sulla storia del museo campano.

Lo staff dell’evento consiglia di recarsi al Belvedere con un telo, per godere al meglio dello spettacolo. Si raccomanda inoltre di tenere il metro di distanza e, se possibile, di portare un repellente antizanzare.

Una serata alla scoperta di antiche melodie nella suggestiva notte di San Lorenzo.

 

Print Friendly, PDF & Email

more recommended stories