4shared
12 C
Napoli
giovedì, 27 Gennaio 2022

Il 3 giugno del 1969: il “congedo” di Star Trek

Nonostante un notevole entusiasmo iniziale tantissimi appassionati telespettatori, il 3 giugno del 1969, proprio mentre la rivoluzione dei figli dei fiori, tingeva di nuovi colori, mode ed ideologie, la NBC decise di chiudere la prima serie Tv di Star Trek.

Da non perdere

Il 3 giugno del 1969 andò in onda l’ultima puntata della celebre serie di fantascienza Star Trek.

La famosa ed appassionante serie, è incentrata sulle vicende della nave Enterprise della Federazione Unita dei Pianeti alla ricerca di nuove forme di vita nell’universo.

Tra i personaggi principali: il Comandante Kirk, l’Ufficiale Scientifico Spock e l’Ufficiale Medico McCoy.

Al centro di Star Trek la U.S.S. Enterprise, astronave della Federazione impegnata in una missione esplorativa di cinque anni.

Star Trek: tra fantascienza, realtà e diritti umani

Storicamente tutto ebbe inizio nel 1966, con la serie televisiva, diventata poi celeberrima, ideata da Gene Roddenberry.

L’universo fantascientifico di Star Trek ha da sempre appassionato il mondo, dando origine ad un vero e proprio fandom senza eguali.

Quella frase d’apertura: ’Spazio, ultima frontiera’, ancora oggi riecheggia nella mente degli appassionati, regalando emozioni uniche, disegnando i volti di quei personaggi così amati. 

Star Trek rappresentò all’epoca della prima pubblicazione, nel 1966, un vero e proprio viaggio nel futuro.

Qualcosa di estremamente innovativo, che dopo sette serie, molteplici romanzi, fumetti, videogiochi, non ha smesso di affascinare, neppure dopo l’ultimo episodio, trasmesso il 3 giugno del 1969.

Quella data segnò un nuovo inizio; quella del ricordo, dell’incredibile bellezza di una serie fantascientifica che si pensava inizialmente potesse non piacere. La serie si rivelò tutt’altro, infatti fu un enorme successo e ancora oggi se ne parla con piacere.

Ricordiamo però che quando Star Trek fu trasmessa in un momento non propriamente propizio per l’America; la società statunitense era ancora scossa dalla Guerra Fredda, che inevitabilmente aveva causato fratture sociali, economiche e culturali.

3 giugno 1969: l’ultimo episodio della celebre serie

Roddenberry, ideatore della fortunata serie, dopo varie critiche e a seguito di diverse diatribe, decise di parlare della fantascienza in senso tradizionale, senza allontanarsi troppo dagli schemi “classici”; la principale novità fu, il suo opporsi all’introduzione di una “vena religiosa”, richiesta dalla NBC.

Il motivo era semplice: Roddenberry era intenzionato a raffigurare una società egualitaria e senza limiti culturali, etnici e sociali, dunque nella quale si facevano spazio diverse religioni.

Con ben settantanove episodi e tre anni di trasmissione, Star Trek il 3 giugno del 1969 “si congedò” con l’ultimo episodio.

Nonostante un notevole entusiasmo iniziale tantissimi appassionati telespettatori, il 3 giugno del 1969, proprio mentre la rivoluzione dei figli dei fiori, tingeva di nuovi colori, mode ed ideologie, affacciandosi sia all’Europa che all’Italia, la NBC decise di chiudere la prima serie Tv di Star Trek.

A distanza di ben cinquantadue anni, la serie non smette di allietare i cuori di chi l’ha tanto amata, e ancora vivi sono quei temi di uguaglianza, innocenza, i tanti diritti umani, misi in luce grazie all’utilizzo della fantascienza.

image_pdfimage_print

Ultimi articoli