27.7 C
Napoli
mercoledì, 6 Luglio 2022

Il 3 giugno 1924 moriva Franz Kafka

Lo scrittore boemo è noto per alcune opere importanti come "Le metamorfosi" e "Il processo"

Da non perdere

Eva Maria Pepe
Laureata in Lettere classiche, ama l'arte, la letteratura, i viaggi. Il suo più grande sogno è diventare scrittrice.

Franz Kafka, scrittore boemo di lingua tedesca si spense a soli 41 anni. Il 3 giugno 1924 l’intellettuale morì dopo una dolorosa agonia. Il letterato era malato di tubercolosi. Già nel marzo del 1924, la malattia di Kafka era peggiorata. Lo scrittore fece ritorno da Berlino a Praga, dove i membri della sua famiglia, soprattutto la sorella Ottla, si presero cura di lui.

La causa della morte sembrò essere la fame: la tubercolosi della faringe di Kafka gli rese l’alimentazione troppo dolorosa. Proprio in quel periodo l’artista stava modificando il racconto “Un digiunatore”. 

Uno degli autori più importanti del XX secolo, Franz Kafka é famoso per “Le Metamorfosi”, storia assurda di un uomo che, risvegliandosi il mattino nel suo letto, si trova trasformato in un enorme scarafaggio. L’uomo subisce fino alla morte, tutte le umiliazioni della nuova degradante esistenza.

I temi fondamentali delle opere di Kafka sono la colpa e la condanna. I suoi personaggi vengono a conoscenza improvvisamente di una colpa apparentemente sconosciuta. Quindi subiscono il giudizio di potenze  invincibili. La loro esistenza diventa difficile e triste e possono realizzare la loro felicità solo in un’altra dimensione del mondo, in un’altra realtà. Nei personaggi di Kafka è l’immagine dell’uomo alienato dalla moderna società industriale e condannato, in mezzo alla società di massa, a una solitudine atroce.

Pertanto l’uomo è dominato da una legge sconosciuta. Dietro la vicenda umana c’è un meccanismo complesso e inesorabile che lo schiaccia. Questo meccanismo è mosso da una logica che non è a misura d’uomo. La vita umana è un susseguirsi di tentativi  come tentare invano di conoscere questa logica e questa legge. Ma i tentativi si concludono con la sconfitta.

Oltre al racconto “Le Metamorfosi” altre due opere fondamentali di Kafka sono “Il Processo” e “Il Castello”. Franz Kafka morì il 3 giugno 1924. Il suo corpo fu riportato a Praga, dove venne cremato l’11 giugno 1924 e sepolto nel nuovo cimitero ebraico di Praga a Žižkov, dove verrano sepolti anche i genitori.

 

image_pdfimage_print

Ultimi articoli