giovedì 29 Febbraio, 2024
14.6 C
Napoli
spot_img

Articoli Recenti

spot_img

Heidi e il legame con Napoli, tra realtà e finzione

Heidi è uno dei cartoni animati più celebri della storia della televisione. Anche il libro, inizialmente suddiviso in due volumi, ha raccolto tantissimi consensi. Un racconto affascinante e dinamico, tra finzione e realtà, che riesce a conquistare i cuori di tutti, grandi e piccini. 

Probabilmente non tutti sanno che in realtà il nonno di Heidi è in qualche modo legato a Napoli.

La narrazione della storia, come sottolineato dalla scrittrice Johanna Spyri nel primo capitolo, sottolinea la provenienza del nonno di Heidi, collegandola a Napoli, dove era soldato nell’esercito svizzero.

Nel libro intitolato appunto Heidi, di Isao Takahata, pubblicato nel 1974, si legge che il nonno di Heidi, in cerca di riscatto, si arruolerà nell’esercito borbonico di Napoli e soggiornò nella città partenopea per tantissimi anni. Proprio a Napoli conobbe una donna, di cui l’identità non è nota, dalla quale ebbe un figlio, il papà di Heidi. Con il figlio, Tobias, il nonno di Heidi fu costretto a disertare, accusato di aver ucciso un uomo. Tornato al villaggio, il papà della piccola protagonista muore in un drammatico incidente ed il nonno dovrà prendersi cura di lei. 

La scelta di Napoli, come ambientazione provvisoria per il nonno della piccola Heidi, è fortemente significativa e dona un tono drammatico alla narrazione, arricchendola di ulteriore vivacità e soprattutto dandole un’identità storica. Secondo quanto si legge, il burbero protagonista del libro sarebbe scappato dalla città partenopea, per aver ucciso un uomo durante una rissa; proprio ciò aggiunge un tocco realistico alla trama, anche se l’autrice non ha mai chiarito se l’idea fosse vera o semplicemente “licenza poetica”.

Il nonno di Heidi è uno dei protagonisti principali della storia, l’uomo si prende cura della piccola nipote dopo la morte dei genitori.  Ricordiamo però che l’uomo in realtà si chiama Alpöhi, ossia “uomo delle alpi”, ma nel cartone animato giapponese Heidi non lo chiama mai per nome.

Nonostante le tante curiosità che nel corso del tempo sono venute alla luce, nel celebre cartone animato, il passato dei protagonisti non è approfondito. Ben differente è invece il libro, la cui trama regala retroscena inaspettati.