4shared
9.6 C
Napoli
giovedì, 20 Gennaio 2022

Flash survey e campagna vaccinale: tutti gli aggiornamenti

Tutte le novità sulla terza dose, le valutazione Ema sui vaccini in fascia d'età 6 -11 e gli aggiornamenti della seconda flash survey.

Da non perdere

Aggiornamenti sugli ultimi risultati della flash survey e news vaccinali.

Campagna vaccinale: terza dosa dal 1° dicembre

La campagna vaccinale continua senza sosta e il ministro della Salute Roberto Speranza, rispondendo al question time alla Camera dichiara: “Con il confronto svolto annuncio che facciamo ulteriore passo avanti: dal primo dicembre saranno chiamati a dose di richiamo anche chi ha tra 40 a 60 anni.”

Il ministro continua dicendo che: “La terza dose è assolutamente strategica per la campagna vaccinale: siamo all’83,7% di persone che hanno completato il ciclo vaccinale. Il richiamo ad oggi è stato offerto 2,4 milioni. Abbiamo iniziato da immunocompromessi, fragili, sanitari, over 60 e chi ha avuto J&J che possono avere booster dopo sei mesi.”

Terza dose e modifica della durata del Green Pass

Il ministro Roberto Speranza parla anche di una valutazione inerente ad un eventuale modifica del Green pass guariti: “La durata per i soggetti guariti è di 6 mesi e per i vaccinati e di 12 mesi. Il governo intende avviare un percorso di approfondimento per acclarare se vi siano le condizioni per valutare diversamente il certificato verde rilasciato ai guariti. Le evidenze suggeriscono che il rischi di reinfezione è basso se esposizione a variante si verifica entro 3-6 mesi dalla diagnosi iniziale.”

Vaccini fascia 6 – 11 anni

Mentre si attende l’arrivo del prossimo mese, quando si darà inizio al terzo richiamo vaccinale, l’Ema ha avviato la domanda di valutazione del vaccino Moderna per le fasce d’età comprese tra i 6 e gli 11 anni.

Normalmente il termine di valutazione, a partire dalla presentazione della domanda, non va oltre i due mesi ma come lo stesso ente ha voluto mettere in chiaro, i tempi della procedura dipendono sempre dai dati che vengono presentati da chi chiede l’autorizzazione e dall’eventualità che possano servire ulteriori informazioni per poter dare l’autorizzazione.

Una volta reso noto il via libera all’Ema, questa dovrà attendere quello definitivo dalla Commissione europea, alla quale spetta la decisione finale.

I risultati della seconda flash survey

Nel frattempo, arriva il risultato della seconda flash survey condotta dall’Istituto Superiore di Sanità (Iss) in collaborazione con il gruppo di lavoro coordinato da Giuseppina La Rosa del Dipartimento Ambiente e Salute e da Elisabetta Suffredini del Dipartimento di Sicurezza Alimentare, Nutrizione e Sanità pubblica Veterinaria dello stesso Istituto Superiore.

Secondo la ricerca, che si basa sull’analisi di 92 campioni raccolti in 16 Regioni e Province Autonome nel periodo 4-8 ottobre 2021, il 60% dei campioni ha confermato positività per genoma di SARS-CoV-2 e 23 campioni sono stati caratterizzati mediante sequenziamento della regione codificante per la proteina spike.

I campioni prelevati, quindi, evidenziano come in acque reflue vi sia la presenza della variante Delta e delle sue mutazioni.

Flash Survey mensile

Per tenere la situazione sempre sotto controllo, la flash survey verrà ripetuta con cadenza mensile.

 

image_pdfimage_print

Ultimi articoli