4shared
28.6 C
Napoli
venerdì, 30 Luglio 2021

Eurovision:Napoli non è presente nella lista delle città candidate per l’evento musicale

Napoli non poteva candidarsi. Manca un palazzetto

Da non perdere

Eurovision: Napoli non si è candidata tra le 17 città italiane che vogliono ospitare l’evento musicale più ambito e importante dell’anno.

Molti i pareri e le considerazioni discordanti.

L’assessore Clemente: “Napoli non poteva candidarsi. Manca un palazzetto dello sport consono e agevole.

Proprio l’assessore comunale, inoltre, spiega i motivi che hanno portato a non avanzare il nome di Napoli tra le possibili sedi del contest musicale europeo che si terrà nel 2022: “Tra i requisiti c’era anche la presenza di uno spazio al chiuso con 10mila posti. Al momento, in città manca un luogo del genere”

Molti cittadini si dicono dispiaciuti poiché deposte ormai le speranze su manifestazioni, eventi e spettacoli per riprendere un pò l’economia e il turismo per la nostra città.

Subito dopo la vittoria dei Maneskin l’assessore Alessandra Clemente, candidato sindaco alle prossime elezioni comunali, aveva annunciato sui social che avrebbe lavorato proprio per fare in modo che Napoli avesse la possibilità di organizzare l’Eurovision 2022. Nel comunicato diffuso dalla Rai, al contrario, non figura la città partenopea per motivi validi e coscienziosi.

La candidatura doveva essere presentata entro il 12 luglio. La Rai rende noto che sono 17 le città ad aver manifestato interessato, le seguenti: Bologna, Genova, Firenze, Milano, Roma, Torino, Trieste, Alessandria, Matera, Pesaro, Rimini, Viterbo. Presenti inoltre i comuni di Acireale (Catania), Bertinoro di Romagna (Forlì – Cesena), Jesolo (Venezia), Palazzolo Acreide (Siracusa), Sanremo (Imperia). La decisione sarà presa dalla Rai entro la fine di agosto in coordinamento con European Broadcasting Union.

Alcuni fanno notare sui social che Napoli ha già ospitato l’Eurovision, fu la prima città italiana dopo la vittoria di Gigliola Cinquetti nel 1961, la seconda Roma nel 1992 dopo la vittoria di Totò Cotugno. Dopodiché è normale che siano altre le città candidate.

Alcune critiche: “Perchè non avete mai visto Lady gaga, Katy Perry venire a suonare a napoli ? Perchè non hanno un palazzetto che non hanno altre città napoli è una città di vecchi quando inizi a organizzare un concertone a piazza del plebliscito iniziano a rompere il c..o ecc basti pensare che Paul Mc doveva venire del 2011 ma la Iervolino aveva detto di no, ma cosa ci dobbiamo meravigliare?

Quindi l’Eurovision non poteva mai essere fatto a Napoli..ma pure altre manifestazioni giganti come le Olimpiadi invernali e altre cose, prima esisteva italsider a bagnoli un posto incredibile, per dire, che ci è venuto a suonare David Bowie.”

Insomma c’è un pò di amaro in bocca tra i napoletani e dispiacere, ma allo stesso tempo la consapevolezza che una struttura adatta per ospitare un evento così probabilmente davvero manca.

Il capoluogo Campano, inoltre, rischia di diventare zona gialla da lunedì, almeno stando a quanto si vocifera, per cui non sarebbe stata comunque possibile una manifestazione che prevedeva un forte assembramento.

L’evento musicale Eurovision: sarà possibile seguirlo attraverso tutte le piattaforme digitali e TV.

image_pdfimage_print

Ultimi articoli