18.1 C
Napoli
mercoledì, 5 Ottobre 2022

#Connect2Earth, appuntamento con l’Earth Hour

Torna questo sabato, 30 marzo, l'appuntamento con l'Earth Hour, per richiamare l'attenzione sui cambiamenti climatici.

Da non perdere

È giunta al dodicesimo appuntamento la manifestazione mondiale indetta dal Wwf, la più grande associazione ambientalista al mondo, che chiede, sabato 30 marzo, di spegnere le luci per un’ora per riportare l’attenzione sul clima, che proprio in questo ultimo periodo è tra gli argomenti maggiormente trattati.

L’evento, quest’ anno ha un nuovo slogan, #Connect2Earth, che sta a significare lo stretto legame tra uomo e natura.

Solo lo scorso anno, l’Earth Hour ha registrato il coinvolgimento alla causa di 188 paesi, 18.000 monumenti storici e simboli le cui luci sono state spente durante l’Earth Hour, oltre 3 miliardi di messaggi diffusi sui maggiori social network e  più di 250 Ambasciatori e influencer devoti alla causa.

Sono stati, invece, 400 i comuni, in Italia, che hanno aderito spegnendo le proprie luci per un’ora durante l’evento.

L’appuntamento con la manifestazione di quest’anno si terrà a Matera, Italia, la cui città è la  Capitale Europea della Cultura 2019 e  sito UNESCO dal 1993.

Il programma di questo 30 marzo prevede lo spegnimento simbolico, dalle ore 20,30 alle ore 21,30, di uno dei luoghi iconici della Città dei Sassi, ovvero l’area di S.Pietro Caveoso insieme a quello della Rupe dell’Idris, con un primo spettacolo dal vivo, aperto a tutti, del pianista Danilo Rea, con allegate proiezioni  di immagini di natura e satellitari, grazie anche alla collaborazione dell’ASI (Agenzia Spaziale Italiana).

L’evento continuerà poi alle 21 con l’Earth Hour Concert che si terrà presso il Conservatorio di Musica E.R. Duni di Matera, sempre con la partecipazione Danilo Rea.

Le iniziative e gli eventi organizzati dai volontari del wwf sono tantissime e l’Earth Hour 2019 di questo fine settimana conta già centinaia di comuni che hanno aderito alla causa, attraverso lo spegnimento simbolico di opere.

Tra le città che hanno già aderito all’evento ci sono Milano, Palermo, Napoli, Bologna, Firenze, Venezia, Trieste, Reggio Calabria e Perugia.

image_pdfimage_print

Ultimi articoli