#ARTerie: Napoli coinvolta in cento spettacoli Un progetto davvero interessante che contribuirà ad intrattenere gli spettatori, con musica, danza, teatro, cultura, interessando anche le zone meno centrali di Napoli e giungendo alle periferie, spesso tristemente conosciute.

#ARTerie: un'estate di eventi a Napoli
#ARTerie: un'estate di eventi a Napoli

#ARTerie è il programma di eventi partito ieri 23 luglio, e che prevede oltre cento spettacoli, a Napoli, dal centro alle periferie.

Il progetto finanziato con fondi POC 2014-2020, prevede tanti spettacoli, musica, teatro, danza, cinema e performance varie che accompagneranno i napoletani durante questa estate, facendo vivere anche le strade meno conosciute, che risplenderanno grazie ai vari artisti coinvolti.

Il progetto dell’estate: #ARTerie

“ARTerie è uno dei progetti a cui teniamo di più di quest’estate a Napoli 2020 che parte dall’idea di riportare la cultura in tutte le sue accezioni nei quartieri della città, le arterie sono la diramazione della città nei suoi tanti contesti urbani sia centrali che periferici. È un progetto molto complesso, che attraverserà tutta Napoli anche con l’obiettivo di decongestionare il centro storico e di riportare rassegne nelle periferie“. Spiega l’assessore alla Cultura del Comune di Napoli, Eleonora De Majo

Le diverse performance, vedranno protagonisti luoghi culturali e siti di interesse, tra i quali sicuramente spicca il Maschio Angioino, che naturalmente tutti conoscono, ma anche il Cortile dell’Annunziata, la Villa comunale di Scampia e tanti altri ancora.

Al Maschio Angioino, per la direzione artistica di Rosaria De Cicco, si svolgerà, come da tradizione, una lunga rassegna di teatro, che ospiterà generi diversi, dalla comicità di “Ridere 2020” con, tra gli altri, Peppe Iodice, Lino D’Angiò, Rosalia Porcaro, Gino Rivieccio.

Un progetto davvero interessante che contribuirà ad intrattenere gli spettatori, con musica, danza, teatro, cultura, interessando anche le zone meno centrali di Napoli e giungendo alle periferie, spesso tristemente conosciute.

Nella zona di Napoli Est, per la direzione artistica di Ciccio Merolla, musicista e percussionista partenopeo, si esibiranno, altri, Tony Tammaro e Livio Cori, due volti noti che sapranno intrattenere il pubblico con tanta ironia.

Arrivare al cuore di tutti con musica, teatro e tanto altro

L’obiettivo, così come ha dichiarato Ciccio Merolla, e come ha più volte sottolineato l’assessore al turismo De Majo, è quello di arrivare al cuore delle persone, che, insieme alla città di Napoli, pienamente coinvolta, in tutti i propri spazi, prova a ripartire dopo il lockdown.

Il cartellone, che va dal 23 luglio al 23 settembre, con eventi e spettacoli, nasce dalla collaborazione tra l’assessorato alla Cultura, la Regione Campania e il servizio turismo.

Ricordiamo infine che, tutti gli spettacoli in programma sono gratuiti, ma prevedono la prenotazione obbligatoria online.  

Print Friendly, PDF & Email

more recommended stories