martedì 16 Luglio, 2024
24.8 C
Napoli

Articoli Recenti

spot_img

Al Monaldi sono concluse le ristrutturazioni del centro Nemo

Sono conclusi i i lavori di ristrutturazione dei locali dell’ospedale Monaldi, che saranno utilizzati dal centro clinico Nemo; quest’ultimo rappresenta un’eccellenza campana nell’ambito delle malattie neuromuscolari.

Inoltre, i lavori hanno reso possibile la realizzazione del quinto centro clinico Nemo in Italia, questo è gestito dalla fondazione Serena Onlus. Dal punto di vista strutturale il centro presenta un’area di circa 1.100 metri quadrati, che comprende 26 posti letto.

I lavori sono partiti il 28 ottobre 2019. In quel frangente, Alberto Fontana, responsabile del centro Nemo, il direttore generale dell’azienda ospedaliera dei Colli, Maurizio di Mauro e il presidente Vincenzo De Luca, speravano di vedere la struttura in funzione già in primavera.

Un desiderio diventato realtà, Ranieri impianti è riuscita a realizzare le aspettative e a portare a termine le ristrutturazioni in tempi record. I lavori non si sono arrestati neanche durante la pandemia, durante la quale l’azienda ha rispettato tutti gli standard di sicurezza anti Coronavirus.

Le dichiarazioni di Maurizio Mauro e Alberto Fontana sul centro Nemo

Maurizio Mauro, direttore dell’azienda ospedaliera dei Colli, ha dichiarato: “Vedere il Centro Clinico NeMO prendere forma ci riempie di orgoglio e di emozione. Sono stati mesi intensi, ma siamo riusciti a completare i lavori di un reparto che sarà un fiore all’occhiello nei percorsi di cura e di assistenza dei pazienti affetti da patologie neuromuscolari”.

Il direttore ha proseguito, asserendo: “Voglio ringraziare tutti quelli che hanno lavorato senza sosta a questo progetto. Un reparto multidisciplinare che prende in carico il paziente e la famiglia in un percorso di cura completo che avrà come cardine le elevate competenze senza mai dimenticare l’aspetto umano e che rappresenta il futuro dell’assistenza ospedaliera”.

Infine Alberto Fontana ha aggiunto: “La sinergia con Regione Campania e l’Azienda Ospedaliera  dei Colli ha portato oggi a costruire la casa che presto accoglierà le persone con malattie neuromuscolari del territorio”.