domenica 21 Aprile, 2024
8.9 C
Napoli
spot_img

Articoli Recenti

spot_img

Aceto in comune: arriva la guida dedicata all'”oro nero” di Modena

Verrà presentata al pubblico oggi, venerdì 15 marzo, alle 17, nella sala di Rappresentanza del Palazzo Comunale di Modena, la guida interamente dedicata all’Aceto Balsamico Tradizionale di Modena Dop.

Si tratta di uno dei prodotti più antichi, preziosi e caratterizzanti del territorio modenese. Questa guida vuole essere un “monumento” alle acetaie comunali e al così detto “oro nero”.

La guida

La guida è curata dalla Consorteria dell’Aceto Balsamico Tradizionale di Spilamberto, su idea del Gran maestro e presidente Maurizio Fini. Lo scopo è quello di accompagnare turisti e modenesi a conoscere le 25 acetaie del territorio che fanno parte del progetto “Aceto in Comune”.

La guida è stata realizzata con il patrocinio dei Comuni di Modena e Spilamberto e raccoglie curiosità e caratteristiche delle diverse acetaie. All’interno si possono trovare anche tutte le indicazioni necessarie per le visite.

Le acetaie comunali sono certificate presso il Consorzio di tutela Aceto Balsamico Tradizionale di Modena Dop in modo che, dopo almeno 12 o 25 anni di maturazione nelle botti, il prodotto possa ottenere il marchio DOP.

La guida contiene anche un “passaporto” per tenere conto delle acetaie visitate. Cumulando i timbri si possono ricevere dei premi. Ad esempio una maglietta griffata (tre timbri) a una bottiglietta di aceto (cinque timbri) fino all’iscrizione al corso per diventare allievi assaggiatori o a una confezione di Aceto Balsamico Tradizionale (15 timbri).

Le Acetaie

Le Acetaie comunali che fanno parte della guida dedicata all’oro nero sono a Modena quella del Comune e quella di Palazzo Ducale, sede dell’Accademia militare. Oltre al Museo dell’Aceto Balsamico Tradizionale di Spilamberto gli altri Comuni coinvolti nel progetto dalla pianura all’Appennino sono: Bomporto, Campogalliano, Camposanto, Carpi, Castelfranco Emilia, Castelnuovo Rangone, Castelvetro, Fanano, Fiorano, Formigine, Maranello, Marano sul Panaro, Mirandola, Nonantola (oltre a quella della Partecipanza), Novi di Modena, Ravarino, San Cesario, San Prospero, Sassuolo, Savignano sul Panaro, Soliera e Vignola.