mercoledì 19 Giugno, 2024
24.6 C
Napoli

Articoli Recenti

spot_img

700 anni or sono dalla morte del Sommo Poeta…

L’anno 2021 sarà dedicato all’elogio di uno dei pilastri della nostra cultura, Durante Alighieri detto Dante.

È tutto pronto per celebrare i 700 anni dalla morte del Sommo Poeta, il calendario previsto per l’anno in corso darà il via ad una serie di appuntamenti di alto valore culturale che ci aiuteranno a scorgere ciò che si cela nel profondo degli studi su Dante Alighieri.

Le città prescelte per ospitare gli elogi sono ovviamente quelle che hanno avuto un valore fondamentale nella vita di Dante, parliamo di Firenze, Verona, Ravenna e Forlì.

Covid permettendo, sarà un ottimo modo per lasciare le mura di casa e allontanarci dal periodo oscuro che abbiamo vissuto, entreremo in un mondo fatto di bellezza e cultura, che sappiamo essere” il nutrimento dell’anima“.

Ravenna

Dal 6 marzo fino al 4 luglio ci sarà la mostra a cura di Massimo Medica, “ Le Arti al tempo dell’esilio” . Verranno esposti i capolavori che Dante ebbe occasione di ammirare durante i suoi viaggi in giro per l’Italia, nel periodo dell’esilio; come il ” Polittico di Badia” di Giotto; il ” San Paolo” di Jacopo Torriti; l’ “Offiziolo”, una miniatura appartenuta ad un amico del poeta.

Fino a settembre di quest’anno, si potrà ammirare un progetto molto speciale in collaborazione con gli Uffizi di Firenze. La mostra si chiama ” Dante nell’arte dell’800. Un’esposizione degli Uffizi a Ravenna”, e saranno esposte un determinato numero di opere ottocentesche per gli spazi di Casa Dante di Ravenna. Tra le opere menzioniamo: ” Dante in esilio” di Annibale Gatti; ” La fortuna popolare di Dante”, testi, immagini, libri, film, fumetti, cartoni animati e persino videogiochi a cura di Giuseppe Antonelli.

Verona

C’è molta aspettativa per la mostra intitolata ” Tra Dante e Shakespeare. Il mito di Verona“, allestita nella Galleria d’Arte Moderna Achille Forti, ma anche in altri luoghi della cittadina. Dal 23 aprile al 3 ottobre, la mostra affronta attraverso una serie di opere due temi principali : il rapporto tra Dante e la Verona di Cangrande della Scala, e il mito di Romeo e Giulietta del poeta inglese William Shakespeare.

Forlì

Dal 12 marzo al 4 luglio ci sarà la mostra intitolata “Dante. La visione dell’arte“. La mostra porterà all’attenzione dei visitatori le interpretazioni che si sono date all’arte del sommo poeta. Tra le quali menzioniamo : ” il ritratto dell’Alighieri e di Farinata degli Uberti” di Andrea del Castagno; anche un disegno di Michelangelo che ritrae un dannato nell’inferno immaginato della Divina Commedia.

Firenze 

Già dal 1 gennaio è possibile visitare virtualmente la grande mostra degli Uffizi, intitolata “ A riveder le stelle“, dove vengono esposti tutti gli 88 disegni di Federico Zuccari per la Divina Commedia, alla fine del 500.

Dal 23 marzo al 25 luglio, al Museo Nazionale del Bargello, sarà possibile visitare la mostra “Onorevole e antico cittadino di Firenze. Il Bargello per Dante.” Qui potremmo scavare a fondo nel rapporto tra Dante e la sua compianta Firenze, potremmo ammirare copie della Divina Commedia che risalgono al 1337.

Dal 23 settembre al 9 gennaio 2022 ci sarà “La mirabile visione. Dante e la Commedia nell’immaginario simbolista”.

Anche in questa interessantissima mostra potremo scorgere più a fondo la simbologia del Sommo Poeta, potremo scorgere ciò che si cela dietro la figura di Dante attraverso la percezione degli studiosi dell’800 e del 900.