Iannone: positivo al doping

La FIM, Federazione internazionale del Motociclismo ha reso noto attraverso un comunicato stampa che il pilota Andrea Iannone è stato sospeso per il momento in base all’articolo 7.9.1 del codice Anti-doping FIM.

La provvisoria sospensione parte oggi, martedì 17 dicembre 2019

Il pilota dell’Abruzzo è stato sospeso in via provvisoria dopo che sono state ritrovate nel suo sangue tracce di una sostanza non specificata, appartenente al genere degli steroidi androgeni anabolizzanti esogeni, la quale rientra nella lista delle sostanze che sono proibite nel 2019.

Inoltre la FIM ha spiegato che le tracce sono state trovate in un campione di urine, raccolto in seguito ad un test, effettuato al di fuori delle competizioni durante la gara di Sepang del Motomondiale, in data 3 novembre 2019 in Malesia.

Nel comunicato si evidenzia che il pilota Iannone ha diritto di poter richiedere un secondo controllo con un nuovo campione.

Pertanto attualmente il pilota abruzzese non può partecipare a nessuna gara o attività di motociclismo, fino a un nuovo comunicato della FIM.

Prontamente è giunta la risposta del famoso pilota tramite un post su Instagram, noto social network.

In questo post, Andrea Iannone ha rassicurato i suoi fans e Aprilia Racing, sottolineando di essere tranquillo in merito alla vicenda.

Infatti si è reso subito disponibile ad effettuare delle contro analisi.

Tuttavia, Iannone evidenzia che attualmente non ha ricevuto nessuna comunicazione ufficiale in merito e si dice molto sorpreso di questa situazione.

Il pilota ha chiarito che durante la sua carriera è sempre stato abituato a sottoporsi a controlli frequenti ed è sempre risultato negativo, dunque ha spiegato che anche questa volta è fiducioso che la vicenda verrà chiarita e risolta velocemente.

 

Print Friendly, PDF & Email

more recommended stories