8.8 C
Napoli
lunedì, 28 Novembre 2022

Zucca castagnosa: come esaltarne il gusto?

Un ingrediente versatile, buono e facile da preparare, che piace a tutti.

Da non perdere

Siamo in autunno e uno tra gli alimenti più consumati è la zucca. Ne esistono diverse varietà, tra queste la zucca castagnosa detta anche delica.

Amata dagli chef per il retrogusto che come suggerisce il nome rimanda alla castagna, è particolarmente versatile e facile da preparare.
La zucca castagnosa o delica ha una forma tondeggiante, buccia verde scuro e la polpa color arancio intenso.

Per esaltarne il sapore, gli chef sono soliti prepararla al forno, ma sono tante le ricette che si possono fare in casa, con poco tempo e ottenendo dei risultati unici in termini di gusto.

Per chi ama le ricette “meno light” si possono fare con la zucca castagnosa, delle preparazioni che non prevedono la cottura in forno, quindi più sapide e saporite.

Autunno: tra gli ingredienti preferiti, la zucca castagnosa 

Tra queste la pasta con la zucca è una delle preparazioni più amate. Gli ingredienti sono pochi e la bontà del piatto lascerà senza parole.

Per realizzare questa ricetta sarà necessario tagliare la zucca a fettine e poi a cubetti (potete anche lasciare la buccia, ovviamente dopo averla lavata bene con acqua corrente) e condire con spezie a piacere e un filo di olio. Con la zucca una delle spezie più adatte è la curcuma, ma anche il curry se si preferiscono i gusti intensi e leggermente piccanti.

Lasciare macerare per qualche ora, mescolando di tanto in tanto. Trascorso il tempo necessario bisognerà cuocere la zucca in padella (possibilmente dai bordi alti). Si possono aggiungere aglio o cipolla a proprio gusto.

Cuocere con il coperchio e aggiungere acqua o brodo vegetale per inumidire il tutto e far sì che non si asciughi. La buccia della zucca delica farà in modo che i cubetti non si schiacciano e non diventino quindi una poltiglia. Ne risulterà una preparazione croccante e non una “pappina”. 

Continuare a cuocere per circa venti minuti a fiamma bassa.

Preparare la pasta, meglio se lunga (pappardelle o bavette sono le più indicate) e toglierla al dente dal fuoco. Far mantecare con la zucca, mescolando aiutandosi non con un cucchiaio in legno ma con due forchette, in modo che la pasta prenda bene il sapore degli ingredienti.

Aggiustare di sale, eventualmente pepe, prezzemolo tritato e rosmarino. Qualcuno preferisce aggiungere anche un cucchiaio di passata di pomodoro, a fine cottura, per “colorare” il piatto. 

Ricordiamo che per riconoscere le zucche castagnose, varietà delica, la buccia dev’essere di colore verde molto scuro ma non marroncina, la grandezza solitamente è medio/grande ed ha una forma leggermente schiacciata.

Nonostante la zucca sia tipicamente autunnale, la si trova sugli scaffali anche d’estate, soprattutto questa varietà, essendo particolarmente precoce rispetto alle altre.

Le sue origini sono giapponesi ma è molto diffusa anche in Italia, dove è particolarmente apprezzata ed amata, preparata come abbiamo detto, non solo al forno.

image_pdfimage_print

Ultimi articoli