4shared
9.6 C
Napoli
giovedì, 20 Gennaio 2022

Yogasm: raggiungere l’orgasmo con lo yoga

Da non perdere

Anna De Rosa
Collaboratore XXI Secolo. Schietta, eclettica e risolutrice. Laureata in Lettere Moderne, attualmente è iscritta alla specialistica di Filologia Moderna presso l'università Federico II di Napoli. Ha conseguito una formazione musicale presso il conservatorio San Pietro a Majella.

Sono sempre più numerosi gli studi che affermano l’esistenza di uno stretto rapporto tra meditazione e sesso, evidenziando il ruolo svolto dalla pratica dello yoga nell’accrescimento del desiderio sessuale e anche al raggiungimento dellorgasmo. Il fenomeno ha talmente spopolato che negli States si parla di Yogasm.

 

21secolo_Anna_De_Rosa_Yogasm
Yogasm

Lo conferma uno studio di alcuni ricercatori americani della Brown University di Rhode Island, che sottolineano come yoga e discipline olistiche, in generale, incidano non solo sul desiderio, accrescendolo, ma sulla percezione del piacere, soprattutto femminile. Gli studiosi hanno analizzato il comportamento di 44 studenti, 14 uomini e 30 donne, divisi in due gruppi, il primo dei quali aveva frequentato un corso di meditazione per 3 mesi. Al termine di questo periodo, i ricercatori hanno posto i volontari di fronte a una serie di immagini di natura sessuale, valutandone le reazioni e le sensazioni, variando dalla ‘calma all’eccitazione’.

È emerso che le donne che avevano partecipato al corso mostravano un grado di eccitabilità molto più alto rispetto agli altri, e che il loro livello di ansia si era ridotto notevolmente.

Viene quindi sottolineata l’importanza dello yoga per il recupero dell’energia e del piacere, ma non solo: grazie allo yoga si possono raggiungere orgasmi di qualità migliore e più prolungati per le donne, per gli uomini è un aiuto in caso di eiaculazione precoce.

“Praticando yoga si arriva a poter dire al partner: aspetta, fai quello che ti dico io!”, spiega ironicamente Memo Dini, insegnante di yoga e direttore del centro Yoga Sat di Roma. “Come tutte le discipline olistiche anche questa lavora sull’equilibrio generale e quindi ormonale. Influenza positivamente il sistema nervoso e le forme di espressione della persona. Lavorando sull’energia kundalini, creativa per eccellenza, lo yoga spinge una persona a tirare fuori il meglio di sé, regalando a tutto il sistema psicofisico la capacità di rilassarsi. Tutto ciò si traduce inevitabilmente in una maggiore serenità sessuale”.

“La donna trae particolare beneficio dalla pratica di questa disciplina perché per natura è molto più introspettiva dell’uomo”, spiega Gabriella Cella Al-Chamali, maestra di yoga della Yoga Vedanta Forest Academy himalayana, “ma il tempo che serve ad ogni donna per recuperare serenità sessuale è soggettivo, dipende dall’inclinazione personale. Quel che è certo è che si possono raggiungere buoni risultati in fatto di serenità sessuale anche solo riscoprendo la natura simbolica dello yoga. Purtroppo in Italia questa disciplina viene ancora vissuta esaltando i suoi aspetti più fisici e spettacolari, mentre il giusto approccio è quello strettamente interiore”.

image_pdfimage_print

Ultimi articoli