1

Wimbledon 2021, i primi incontri e il ritorno di Federer

Come la tradizione vuole, sarà il campione Novak Djokovic ad aprire il programma del Centre Court a Wimbledon, nella giornata di apertura dell’importantissimo torneo inglese. Il tennista serbo sfiderà alle 14:30 il britannico Jack Draper. Subito dopo l’accattivante match femminile tra Petra Kvitova e Sloane Stephens. Nel tabellone è previsto anche l’incontro tra il georgiano Nikoloz Basilashvili ed il britannico Andy Murray.
I cinque italiani in gara sembrano davvero emozionati di iniziare queste nuove sfide. Il primo ad entrare sul campo sarà Andreas Seppi contro il portoghese Joao Sousa. Poi Stefano Travaglia affronterà lo spagnolo Pedro Martinez. Marco Cecchinato sfiderà Liam Broady, accolto nel torneo grazie alla wild card.
Da non perdere anche l’esordio di Fabio Fognini contro lo spagnolo Ramos Vinolas. Nei prossimi giorni potremo vedere anche il debutto di altri azzurri come Jasmine Paolini, Camila Giorgi, Matteo Berrettini e Martina Trevisan.
Ma la cosa più interessante di Wimbledon 2021 sarà il ritorno di Roger Federer. Sulla soglia dei quarant’anni, il grande tennista ritorna sul campo inglese dopo l’epica finale del 2019, persa contro Novak Djokovic al tie-break del quinto set.
Dopo la delusione per l’eliminazione prematura ad Halle contro Felix Auger-Aliassime, Federer è pronto a ricominciare: ”C’è stato un momento in cui non ero soddisfatto di come stesse andando nella partita. Forse avrei perso comunque, Felix ha giocato bene ma ci sono modi e modi di perdere e degli standard che ho fissato per me stesso”.

La delusione per la sconfitta si è però trasformata in determinazione ed impegno a non ripetere lo stesso errore: “La nota positiva è che ciò non accadrà di nuovo qui, a Wimbledon 2021. Sono pronto, sono carico e so che posso fare molto meglio.

Non so cosa sia successo, ma devo prendere i lati positivi di queste settimane e pensare che sono a Wimbledon e ho una possibilità. Se raggiungo la seconda settimana, che rappresenta al momento il mio obiettivo, diventerò sempre più forte match dopo match”.

Wimbledon sarà il momento di capire cosa succederà dopo, se Federer valuterà o meno una partecipazione ai giochi olimpici: “Io e il mio team valuteremo la situazione dopo Wimbledon, il modo in cui giocherò inciderà sulla programmazione estiva.

Mi piacerebbe partecipare ai Giochi Olimpici. Vorrei giocare il maggior numero di tornei possibili. Negli anni passati era più semplice con l’avanzare dell’età devi essere più selettivo, non puoi giocarli tutti”.