martedì 18 Giugno, 2024
24.6 C
Napoli

Articoli Recenti

spot_img

Web Tv, nasce il nuovo progetto per l’Arena di Verona

La Web Television o Web Tv è un servizio televisivo che si serve dello streaming per pubblicare contenuti tramite l’utilizzo delle piattaforme digitali. In questo periodo, tale tipologia di piattaforma è molto utilizzata dalla maggior parte del pubblico abituato a frequentare posti come teatri e cinema. A causa dell’emergenza sanitaria, tutti questi luoghi sono chiusi ed è sempre più difficile comunicare con il pubblico. E’ possibile comunicare soltanto grazie alle piattaforme digitali e ai canali social dove sono condivisi contenuti culturali e musicali.

Il progetto della Fondazione Arena di Verona

Tutti i teatri, si stanno attrezzando per la condivisione in streaming di contenuti musicali. Tra questi, emerge anche il Teatro Filarmonico di Verona. Il teatro in questione, è il principale della città di Verona. Ogni anno, viene ”utilizzato” dalla Fondazione Arena di Verona, per la stagione lirica invernale.

Dopo la chiusura per emergenza sanitaria, la Fondazione potenzia la sua presenza virtuale con una serie di collaborazioni per portare avanti i vari progetti.

I progetti musicali in Web TV, partiranno ufficialmente il prossimo 28 Novembre. Dalle ore 12:00 in poi, sono previsti una serie di eventi musicali con la partecipazione del famoso maestro Ezio Bosso. La prima esibizione in programma consiste nei ”Carmina Burana”, con la partecipazione di solisti come Ruth Iniesta, Raffaele Pe e Mario Cassi.

Fino alla fine del 2020, saranno disponibili determinati palinsesti che hanno fatto la storia del Filarmonico. Per il nuovo anno, è previsto l’inserimento di contenuti extra come retroscena, interviste agli artisti e molto altro.

Il ricavato, proveniente dai diritti del maestro Ezio Bosso, saranno devoluti in beneficenza all’Aiam (Associazione Italiana Attività Musicali), al fine di sostenere gli artisti e tutto il patrimonio musicale italiano.

Tutto ciò, è possibile grazie alla collaborazione con alcuni enti che contribuiscono alla realizzazione del progetto, come Gruppo Editoriale Athesis, Fondazione Cariverona, Aulss 9 Scaligera, l’Assessorato alle Politiche sociali del Comune di Verona e Banco Bpm.