10.3 C
Napoli
martedì, 29 Novembre 2022

Vlad III sarebbe morto a Napoli

Da non perdere

Vlad III di Valacchia, conosciuto anche solo come Vlad, o con il suo nome patronimico, Dracula, era un membro della Casa dei Drăculești. La Casa dei Drăculești era un ramo collaterale della Casa di Basarab.

Dracula aveva la reputazione di essere una persona crudele e molto sanguinaria, questa voce si diffuse in tutta Europa, soprattutto nel Sacro Romano Impero.

Vlad è venerato come eroe popolare in Romania per aver protetto la popolazione romena sia a sud che a nord del Danubio. Per la sua brutalità e per il suo patronimico, Vlad fu celebre fonte d’ispirazione per lo scrittore irlandese Bram Stoker nella creazione del suo personaggio più famoso, il vampiro Conte Dracula, protagonista dell’omonimo romanzo del 1897.

Vlad III: La tomba di Dracula sarebbe sepolta a Santa Maria La Nova

Secondo alcune teorie, Vlad III, ovvero Dracula, sarebbe morto a Napoli e la sua tomba sarebbe situata a Santa Maria. Il corpo si troverebbe nel chiostro piccolo dell’antico convento che troneggia, imponente, a pochi passi da piazza Bovio e da piazza del Gesú, proprio ai bordi del Centro storico dichiarato patrimonio dell’umanità dall’Unesco. Questo rappresenta uno dei luoghi più suggestivi del Complesso Monumentale di Santa Maria la Nova, una cittadella francescana fatta innalzare da alcuni frati minori, su un appezzamento di terra donato loro da re Carlo I d’Angiò. Viene definita “la Nova” per fare una distinzione da Santa Maria ad Palatium, il monastero che, un tempo, sorgeva nel luogo in cui fu poi innalzato il Maschio Angioino.

Nessuno sa per certo se la spoglie di Vlad siano realmente nel luogo, d’altronde Napoli nasconde tanti miti e leggende di cui ancora oggi non si sappia per certezza la veridicità.

Ciò che è certo è che Santa Maria La Nova è già di per sé un ambiente pieno di turismo, con l’aggiunta di questa storia/mito diventa un complesso ancora più curioso e più misterioso.

 

image_pdfimage_print

Ultimi articoli