Vivere la comunità, il nuovo progetto di Scuola Politica Al via a Vivere la comunità, nuovo progetto lanciato da Scuola Politica

Vivere la comunità

Prende il via il nuovo ciclo di studi creato dalla Scuola Politica “Vivere nella Comunità”, nato dal progetto di Pellegrino Capaldo insieme a Marcello Presicci e a numerose altre personalità del mondo accademico come i professori Sabino Cassese, Francesco Profumo, Paolo Boccardelli, Bernardo Mattarella e i rappresentanti di Intesa Sanpaolo, Poste Italiane, ANSA, Enel, Sace, Banca d’Italia, SKY, Ericsson, Ferrovie dello Stato e Fondazione Compagnia di San Paolo.

L’obiettivo del corso riprende in maniera puntuale il progetto ideato dal professor Capaldo, il quale punta ad offrire una opportunità di formazione, politica e culturale, a giovani di talento, cercando competenza in base meritocratica, attraverso il contatto diretto tra i giovani e le migliori figure professionali e non italiane.

La Scuola Politica è apartitica, pertanto punta ad una preparazione non solo in ambito politico, ma anche per quanto riguarda l’area manageriale, civica e sociale, al fine di aumentare la capacità di analisi e di comprensione fornendo soluzioni innovative per la comunità civile e politica.

“Crediamo che il rigore etico, una visione multilaterale e le profonde competenze siano indispensabili per la creazione di una nuova classe dirigente preparata, autorevole e all’altezza delle sfide odierne” si legge sul sito della Scuola.

 La Lectio Magistralis del corso è stata tenuta da parte del consigliere delegato di Intesa Sanpaolo, Carlo Messina, il quale titolo è “L’importanza della formazione e l’investimento nei giovani”.

“È motivo di grande soddisfazione personale far parte di questo progetto formativo di altissimo livello, un’iniziativa dedicata ai giovani, al capitale umano e all’ampliamento delle competenze. Come Intesa Sanpaolo sosteniamo questo progetto poiché siamo profondamente convinti che la Scuola Politica “Vivere nella Comunità” potrà rappresentare un elemento di forte rafforzamento nella formazione dei partecipanti, utile per tutto il Paese. L’aiuto ai bisognosi, l’attenzione ai giovani e il sostegno all’economia circolare sono nel dna del nostro gruppo, rappresentano la nostra identità e noi vogliamo continuare a investire per fronteggiare l’emergenza delle persone, specie in questo momento complesso per il paese”, ha affermato Messina in merito agli obiettivi del corso.

 

Print Friendly, PDF & Email

Giornalista pubblicista, nonché studente universitario iscritto alla facoltà di Lettere Moderne presso l'Università degli studi di Napoli Federico II

more recommended stories