4shared
8.4 C
Napoli
martedì, 25 Gennaio 2022

Violenza tra giovanissimi: sgominata baby gang

Da non perdere

Carmela Nappo
Collaboratore XXI Secolo.

Ancora violenza tra i giovanissimi, sgominata una baby gang: tre i ragazzi fermati. I tre giovane ritenuti vicini al clan ‘Sibillo’ sono stati fermati ed arrestati, accusati in concorso di tentato omicidio, lesioni personali e detenzione e porto abusivo d’arma da fuoco, aggravata dal metodo mafioso. Il gruppo era formato da un 17enne, un 15enne e un 20enne che sono stati fermati dai carabinieri del Nucleo operativo della compagnia Stella.

Il tentato omicidio, l’episodio più grave che ha dato il via all’ arresto dei tre giovani, è avvenuto la sera del 3 febbraio scorso a Forcella, nei pressi di via Duomo. Quando i tre ragazzi hanno ferito un loro coetaneo, di 17 anni, il minorenne è stato ferito a colpi di casco al torace e alla testa. Poi, secondo quanto ricostruito dai carabinieri, i tre ragazzi si sono armati di pistola e hanno iniziato una violenta colluttazione con il padre, intervenuto in difesa del figlio. Il minorenne, durante l’aggressione, è riuscito a scappare salendo in sella al suo scooter per guadagnarsi la fuga, mentre il padre, poco dopo riuscito a liberarsi dal ragazzo armato, è scappato in auto. Ma i tre giovani della baby gang non si sono fermati qui, sono saliti  in moto ai loro scooter e hanno seguito le due vittime mentre si davano alla fuga esplodendogli contro diversi colpi d’arma da fuoco.  I tre giovani al momento dell’arresto sono stati separati: il maggiorenne è stato portato nel centro penitenziario di Secondigliano, mentre i minorenni sono stati portati nel Centro di prima accoglienza sul viale Colli Aminei.

image_pdfimage_print

Ultimi articoli