4shared
10.3 C
Napoli
lunedì, 29 Novembre 2021

Villa Fondi De Sangro, il cuore di Piano di Sorrento

Piano di Sorrento occupa il posto centrale della Penisola Sorrentina, sulla Costiera Amalfitana, confinando con i comuni di Meta, Sant'Agnello e Vico Equense.

Da non perdere

Villa Fondi De Sangro è una villa situata a Piano di Sorrento.

Piano di Sorrento occupa il posto centrale della Penisola Sorrentina, sulla Costiera Amalfitana, confinando con i comuni di Meta, Sant’Agnello e Vico Equense.

La villa mozzafiato all’esterno, ospita al suo interno il “museo archeologico territoriale della penisola sorrentina Georges Vallet”.

Il museo custodisce al suo interno reperti archeologici ritrovati in seguito a vari scavi effettuati nella penisola. I reperti  riprendono sia il mondo preistorico che l’epoca romana.

La villa fu edificata sotto il comando di  Giovanni Andrea De Sangro, principe di Fondi, città da cui la villa prende il nome.

Costruita in stile neoclassico, è stata restaurata fra il 1925 e il 1926. Verrà distrutta dal terremoto del 1980, portandola ad un nuova ristrutturazione, viene così “ricreata”.

Non solo si può ammirare lo splendido panorama che affaccia sul porto di Piano di Sorrento, è possibile scorgere anche il Vesuvio. Viene adibita per diventare un luogo museale, spazio di incontri, congressi e sala mostre. Utilizzata anche come  location  per i matrimoni.

La villa è a pianta rettangolare, si distingue una zona a due livelli, ed una zona a piano unico, con due ali laterali sporgenti.

Grazie a delle fotografie ed elementi architettonici recuperati, la ricostruzione della villa resta abbastanza fedele alla costruzione originale. Un lavoro di comparazione con la Villa Balsamo di Sant’Agnello permette di ricostruirla quanto più coerente alla sua forma originaria.

Ricreata fedelmente la facciata. L’unico cambiamento è avvenuto all’ingresso spostato all’interno del parco e non più sulla strada.

Oltre alla villa vengono svolti anche i lavori al parco antistante, il quale affaccia sulla “Marina di Cassano” con una bellissima vista sul Vesuvio ed il Golfo di Napoli.

Non si conosce con sicurezza la data della creazione del giardino. Vi sono alcuni documenti che risalgono al 1850 dove l’architetto Antonio Francesconi firmava il disegno di una serra da realizzarsi nel parco. E del 1875 c’è una planimetria catastale che segna la corretta disposizione del giardino.

La Villa è aperta al pubblico. Si può sia ammirare l’interno  che passeggiare nel giardino ammirando la splendida vista sul mare.

image_pdfimage_print

Ultimi articoli