15.2 C
Napoli
venerdì, 9 Dicembre 2022

Victor Osimhen, chi è il nuovo numero nove del Napoli?

Da non perdere

Voci insistenti e rumors di mercato rimbombano ripetutamente tra i quartieri della bella Napoli e le menti di ogni tifoso partenopeo, passando tra gli spalti del San Paolo. I quotidiani e i giornali ritengono ormai “cosa fatta” l’approdo in azzurro dell’attaccante Victor Osimhen. Ma voi conoscete la punta di diamante del Lilla, il giovane condottiero del reparto offensivo della compagine francese? Certamente non si può giudicare un libro dalla copertina ed è perciò necessario salpare per il nostro viaggio, visitando dal principio la povera Lagos, patria del calciatore nigeriano, e conoscere ogni tappa del giocatore.

Cresciuto nell’Ultimate Strikers Academy della città africana, ha avuto un’infanzia umile, vendeva i cartoni d’acqua per strada. Si trasferisce, poi, in Germania, più precisamente al Wolfsburg, dopo aver raggiunto l’età maggiore, ed esordisce in Bundesliga contro il Borussia Mönchengladbach. Nel campionato tedesco, però, non vive una buona stagione, tentando invano di mostrare il suo potenziale, complice anche della folta concorrenza in attacco.

Successivamente, viene ceduto in prestito allo Charleroi ed è qui in Pro League, campionato belga, che il talento nigeriano si esalta e mostra i tratti somatici del vero numero nove. Chiude la stagione con numeri da capogiro, soprattutto per l’età del giovane attaccante: sono 20 le reti in stagione e tanta voglia di migliorarsi, per salire sulla rampa di lancio e brillare in modo sfavillante, affinché riesca ad emergere nel panorama europeo.

Lo stesso club belga scorge le ottime prestazioni dell’attaccante nigeriano ed esercita il diritto di riscatto, fissato a 3 milioni di euro. Ma non è finita qui perché Victor Osimhen attira l’attenzione dei club europei; alla fine sono “i mastini” ad assicurarsi le prestazioni del calciatore africano. Al debutto in Ligue 1, contro il Nantes, realizza una doppietta; dopo sei giorni il giovane bomber esordisce titolare in Champions League. In seguito alla sospensione del calcio francese a causa del Covid-19, conclude la stagione con 18 reti in 38 partite totali: niente male per un ragazzino classe ’98.

Esplosività, forte fisicamente, celere come un vero e proprio rapace d’aria, zeppo di eleganza. Può giocare su tutto il fronte d’attacco, ma è stato spesso impiegato come punta centrale. Dotato di una tecnica eccezionale e una buona elevazione, basandosi su fonti veritiere, molti azzardano nel paragonarlo all’ivoriano Didier Drogba. Sul piano atletico Victor Osimhen è tra i migliori giocatori offensivi in Europa. È alto un metro e 86, a tutto campo, o sui primi passi, diventa un motorino, mette il turbo e semina gli avversari. Si libera facilmente dalle marcature, si muove molto bene tra le linee, comunica limpidamente con i suoi compagni ed è un attaccante che lavora sporco.

Caratteristiche ottime, a dir poco eccellenti, con qualità pregiate ed egrege statistiche offensive. Nonostante ciò, non c’è molto da farci pensare che il giovane Victor appartenga all’élite dei numeri nove. Eppure, il countdown è già iniziato da tempo, ma a breve si suonerà il gong. Dopo una lunga trattativa, il viaggio in Campania e l’inserimento dei Reds di Klopp, il Napoli è pronto ad accogliere l’attaccante del futuro, è pronto ad accogliere il prossimo numero nove, è pronto ad accogliere Victor Osimhen.

Come confermato dal suo entourage, il centravanti classe ’98 sarà annunciato come rinforzo degli azzurri. Il nigeriano sarà valutato intorno ai 60 milioni e frantumerà, dopo appena 365 giorni, il record stabilito con l’arrivo di Hirving Lozano. Osimhen indosserà la maglia numero 9 e rappresenterà l’acquisto più oneroso della storia del club. E allora cos’ha spinto la società partenopea e il suo presidente ADL a compiere un azzardo del genere e puntare su un calciatore così giovane?

Oltre la difficoltà da considerare nel trovare un centravanti giovane sul mercato del suo calibro, il ragionamento che si fa è sui margini di miglioramento. Il giovane ragazzo possiede qualità atletiche importanti, di pregevole fattura, e un instinto, da una vera prima punta: questo basta a classificarlo come un pezzo pregiato del mercato attuale e futuro. Senza ombra di dubbio, sarà comunque il contesto a determinare la sua crescita e a renderlo un grande attaccante.

L’ufficialità? A breve, o tra qualche giorno, se non addirittura alcune settimane. Non si conosce la data esatta nella quale il bomber nigeriano firmerà il contratto, che lo legherá al suo nuovo club, ma è quasi certo che Victor Osimhen approderà in azzurro ed è pronto a scrivere la storia del club azzurro e di mettere a segno tante reti; sicuramente non raggiungerà mai “El Pibe de Oro” o Ciro Mertens, ma chissà, magari essere ricordato proprio come loro, essere ricordato come un simbolo di questa città!

image_pdfimage_print

Ultimi articoli