4shared
5.6 C
Napoli
domenica, 23 Gennaio 2022

Vesuvio: Allarme roghi

L’incendio che ha avuto inizio qualche giorno fa sul Vesuvio appariva essere un rogo di lieve entità ma in queste ore ci si rende conto che la situazione è più preoccupante.

Da non perdere

Ivana Leo
Collaboratore XXI Secolo.

Con l’avvento della stagione estiva la problematica degli incendi affligge le zone collinari e montuose. Il Vesuvio non è esente dalla problematica. Ha avuto luogo qualche giorno fa il primo della bella stagione che sembra non aver alcuna intenzione di stanarsi, il vento che si sta abbattendo sul Vesuvio in queste ore non fa’ altro che alimentare le fiamme . In panico le popolazioni dei paesi limitrofi, le fiamme non danno tregua.

L’incendio si era verificato qualche giorno fa ma appariva essere un rogo di lieve entità che l’intervento combinato di elicotteri adibiti al trasporto d’acqua e squadre di terra della Protezione Civile avrebbero in breve tempo stanato. La situazione in realtà si è rivelata più complessa del previsto, il vento di questi giorni non fa altro che alimentare le fiamme e rende difficile spegnere l’incendio. Al fine di facilitare le operazioni di spegnimento dei roghi sono state istallate nel campo sportivo del comune di Terzigno vasche d’acqua dalle quali gli elicotteri vanno a prender l’acqua per poi tentar di stanare l’incendio ottimizzando i tempi d’intervento. Nonostante tutto ciò il Vesuvio continua a bruciare e i roghi sembrano proprio non volersi allentare.

Quanto sta accadendo ha gettato nella preoccupazione le popolazioni dei comuni limitrofi, il Vesuvio s’incendia, una coltre di fumo si è sparso per tutta la zona rendendo l’aria insalubre ed irrespirabile ed inoltre il vento non tende ad attenuarsi in modo da moderare il divampare dell’incendio. Pare di esser davanti ad uno spettacolo di fuochi pirotecnici di cui la natura è regista.

Il Vesuvio non è il solo ad esser stato colpito da incendi, in diverse zone d’Italia si sono verificati roghi ed incendi della medesima entità. L’estate è ufficialmente iniziata portando con se tutte le sue controindicazioni fra cui gli incendi ed a render più difficile la situazione si aggiungono le raffiche di vento.

image_pdfimage_print

Ultimi articoli