mercoledì 17 Aprile, 2024
12.5 C
Napoli
spot_img

Articoli Recenti

spot_img

Verso la fine dell’emergenza Covid: nuovo decreto previsto domani

Il governo sembrerebbe aver intrapreso la strada verso la fine dell’emergenza Covid. Il Consiglio dei Ministri ha rinviato a domani il nuovo decreto, ed ha deciso la proroga di alcune restrizioni. Lo fa, però, annunciando che le restrizioni saranno rinnovate a tempo e non ad oltranza.

Il Ministro della Salute, Roberto Speranza, ha dichiarato: “Dobbiamo restare prudenti e con i piedi per terra, ma possiamo iniziare a progettare una fase nuova, un tempo nuovo nella lotta al Covid“. Anche se per l’addio allo stato d’emergenza, “ogni valutazione è prematura“.

Il Ministro della Salute resta cauto ma, in un’intervista al Corriere della Sera, spiega: “Vediamo i primi segnali di piegatura della curva“. Il Ministro dà il merito di ciò ad una campagna vaccinale fortissima e all’uso di green pass e mascherine.

Secondo il Sottosegretario alla salute, Pierpaolo Sileri, la fine dell’emergenza Covid potrebbe essere datata 31 marzo. Questo perché per marzo è previsto un decisivo calo dei contagi con maggiore possibilità di tracciarli. Prorogata anche la chiusura delle discoteche per altri 10 giorni.

Verso la fine dell’emergenza: stop all’uso delle mascherine all’aperto e Green Pass

Dal giorno 11 febbraio è previsto lo stop all’uso della mascherina all’aperto. Questa precauzione è stata prorogata dal Ministro Speranza per dieci giorni a partire dal 1 febbraio. Dopodiché, il dispositivo di sicurezza potrà non essere utilizzato in spazi aperti.

A partire dal 1 febbraio, inoltre, il Green Pass cambierà il suo periodo di validità: la certificazione verde scadrà dopo sei mesi, non più dopo nove.

Molte sono le cose di cui discutere sul tavolo del governo del nuovo decreto. Previsti per mercoledì – giorno successivo al Consiglio dei Ministri – cambiamenti riguardo il sistema dei colori delle regioni e il conteggio dei ricoveri. Si discuterà anche della proposta di elargire, ai vaccinati con booster, un Green Pass senza scadenza.

Scuola: dad e quarantena

Il governo sta discutendo della possibilità di dimezzare la quarantena e l’autosorveglianza per le classi con alunni positivi. Al posto della quarantena con autosorveglianza, i bambini, anche alle elementari, in caso di contatto, dovranno andare a scuola con mascherina Ffp2. Per asili e nido, invece, le regole non cambiano.

Non essendo immunizzati dal vaccino, i più piccoli andranno in quarantena ed autosorveglianza con un solo caso positivo in classe, come sta accadendo ancora adesso.

 

 

Anna Borriello
Anna Borriello
Scrivo per confrontarmi col mondo senza ipocrisie e per riflettere sul rapporto irriducibile che ci lega ad esso.