7.6 C
Napoli
domenica, 29 Gennaio 2023

I Verdena alla Feltrinelli di Napoli

Da non perdere

Ilario Canonico
Collaboratore XXI Secolo. Dopo la laurea in sociologia all'Università di Napoli Federico II, si appassiona ai temi delle dinamiche organizzative e dei mercati globali, continuando così i suoi studi nel campo della comunicazione strategica e d’impresa. Da sempre grande viaggiatore, curioso esploratore del sottobosco cinematografico e musicale, lettore accanito.

La musica italiana è in crisi. Ma i Verdena no. Avevamo già parlato molte volte in questi ultimi mesi della prima parte del nuovo progetto dei Verdena, Endkadenz vol. 1, uscito proprio il 27 gennaio. In questi giorni il gruppo ha tra le altre cose diffuso tramite la propria pagina youtube ufficiale il video del primo singolo estratto da questo ultimo incredibile lavoro, Un pò esageri.

Cosi la band può iniziare a girovagare tra i punti vendita Feltrinelli delle principali città italiane per presentare come si dice oggi “in store” questo Endkadenz vol. 1. Tale privilegio è toccato a Milano lo scorso 26 gennaio e a Roma lo scorso 27 gennaio, mentre come vi avevamo già annunciato in precedenza, ieri è stato il turno di Napoli. I Verdena si sono esibiti nel capoluogo campano presso lo store Feltrinelli sito in Via Santa Caterina a Chiaia dove con un energico show hanno deliziato tutti i fans partenopei accorsi li per l’evenienza.

L’incontro ci ha piacevolmente sorpresi, in un primo momento la band si è messa al lavoro per il consueto soundcheck, che se per qualsiasi artista o band è più che altro una routine da eseguire prima di un esibizione, non è lo stesso per i Verdena che come al solito amano sorprendere. Cosi quasi per gioco Alberto, Luca e Roberta danno vita ad uno show divertente e sorprendente che mette già in luce il loro talento da incredibili intrattenitori; si divertono ad eseguire un po di veloci brani in lingua inglese e ad interagire con battute di spirito con i fan in sala.

Passato questo momento divertentissimo in compagnia della band, si può procedere con l’intervista. Momento sempre molto difficile per il giornalista di turno che si trova ad affrontare un discorso con i Verdena. Infatti la band è famosa per rispondere in maniera evasiva e criptica alle domande che gli vengono poste. Ma forse è proprio questo loro aspetto a renderli ancora più affascinanti e diversi dal panorama musicale italiano attuale non proprio entusiasmante. Il gruppo ci parla del nuovo videoclip di un pò esageri e dei piaceri di non avere produttori ad alitarti sul collo per poter produrre in assoluta libertà, cosa che a volte, ci fa intendere Luca, può essere più un ostacolo che altro. Ma la creatività è difficile da gestire e questo si sa, poi quando si parla dei Verdena, un gruppo estremamente creativo, il quadro pare ancora più chiaro.

Passata l’intervista, finalmente il gruppo può esibirsi nello spazio incontri della Feltrinelli. Dico finalmente perché sia i Verdena che tutti i fans giunti li per il gruppo non vedevano l’ora che passasse l’intervista. A buon intenditore poche parole. Il gruppo esegue dal vivo ben 6 brani tratti da Endkadenz Vol. 1, tra i quali il primo singolo estratto Un pò esageri, Nevischio, Puzzle e Derek. Il gruppo anche in questa occasione mostra l’indiscussa professionalità e il grandissimo talento dando vita ad uno spettacolo perfetto nonostante l’acustica e il “terreno di gioco” non fossero il massimo (ricordiamo sempre che lo spazio conferenze della Feltrinelli è ristretto e posto in un piano interrato).

Finita l’esibizione, si aprono le danze per il firma-copie di routine e l’eventuale foto per chi volesse farla. Anche in questa occasione è stato possibile notare l’incredibile disponibilità della band verso i loro fans, accorsi in un gran numero (300 circa). Ho potuto verificare tale generosità verso i fans io stesso, che giunto al mio turno ho scambiato qualche parola con Alberto e Luca, entrambi molto interessati alla mia opinione.

Non sarà presente in questo articolo una recensione del disco, che pubblicherò in un secondo momento dopo un ascolto più attento di questo ultimo lavoro dei Verdena. Ma se una cosa posso anticiparvela, giusto per chiudere l’articolo così come era iniziato, i Verdena continuano a guadagnare punti e non arretrano in una situazione di crisi della musica italiana, restando sempre su livelli altissimi per intenditori e non. La musica italiana è in crisi. Ma i Verdena no.

image_pdfimage_print

Ultimi articoli