1

Vendemmia “aperta”: iniziare l’autunno con un tocco wild

vendemmia - cantine aperte

Appena trascorsa l’estate più attesa dell’anno e all’inizio dell’autunno più inaspettato, ecco qualche data interessante per trascorrere gradevoli momenti immersi nella natura, potendo soddisfare anche qualche curiosità. Non solo vendemmia!

Ecco che ci si affaccia in maniera del tutto inaspettata all’autunno che ha frenato tutto d’un colpo questa estate 2020. Ma nel periodo di chiusura della vendemmia potrebbe presentarsi ancora qualche occasione per vivere un’esperienza completamente immersi nella natura.

Proprio in funzione di questo molte aziende vinicole d’Italia hanno messo a disposizione i propri spazi, al servizio di chi volesse osservare più da vicino il processo di raccolta dell’uva, offrendo la possibilità – sia ad amanti del vino che della natura – di arricchirsi di un’esperienza suggestiva ed interessante anche per il palato.

Si tratta del Movimento Turismo del Vino, un’iniziativa che dal 1993 intende promuovere la cultura del vino mediante l’organizzazione di visite guidate nei luoghi in cui avviene la lavorazione del prodotto.

Tra le aziende campane che hanno deciso di aderire al progetto vi sono le seguenti, che lasceranno le loro cantine aperte ancora per i primi week end di ottobre.

Una di queste è Cantine Sorrentino Vesuvio in Via fruscio 2, 80042 Boscotrecase (NA), che prevede per domenica 4 ottobre un meeting in vigna e vendemmia alle ore 9:30 e successivamente alle 13:30 il pranzo contadino con le specialità del luogo.

Un’altra è certamente Cantine Mastroberardino presso la tenuta di Mirabella Eclano (AV), che nei sabato delle prossime quattro settimane, a partire da stasera 3 ottobre, prevede l’organizzazione di una giornata con l’accesso alle vigne durante la vendemmia, una visita guidata nei luoghi della tenuta e degustazione per adulti.

V’è inoltre la Tenuta Cavalier Pepe in Via Francesco De Sanctis, Luogosano (AV), che in questo week end tra 3 e 4 ottobre e nei prossimi fine settimana fino al 25 ottobre, organizzerà una raccolta dell’uva con passeggiate nei vigneti, pigiatura dell’uva nei tini di legno, brindisi e pranzo con degustazione dei vini.