25.8 C
Napoli
giovedì, 7 Luglio 2022

Vegetariano? Si, ma non rinuncio al pranzo della domenica

Un menu completo che renderà tutti felici

Da non perdere

Il pranzo della domenica si sa è un rito.

Dopo una settimana di pranzi veloci, magari consumati in solitaria la domenica è il giorno in cui riunirsi in famiglia e godersi un bel pranzetto.

Oggi, però, le abitudini alimentari stanno cambiando e mettere tutti d’accordo non è facile, specie se tra i commensali c’è qualche vegetariano.

Come fare? Ecco la proposta di un menù vegetariano per il vostro pranzo della domenica che piacerà a tutti.

Pranzo della domenica: la proposta vegetariana

Come ogni pranzo che si rispetti partiamo dall’antipasto.

Serviamo dei  rustici di pasta sfoglia con ricotta e spinaci.

Basteranno degli spinaci precedentemente cotti e frullati (devono diventare una crema) e la ricotta,mescolati con cura tra loro.

Questa crema dovrà essere spalmata su un rotolo di pasta sfoglia,srotolato e tagliato in due parti.

Lo scopo sarà quello di ottenere dei piccoli mattoncini da spennellare con del latte prima di infornare per 20minuti in forno ventilato a 180 gradi.

Per il primo la proposta saranno dei maccheroni con panna, piselli e funghi. 

Mentre la pasta cuoce in acqua abbondante, in una padella facciamo soffriggere l’olio con lo scalogno, uniamo i pisolini congelati e lasciamo cuocere qualche minuto. Aggiungiamo anche i funghi champignon a fettine, saliamo, uniamo un po’ di pepe e copriamo con il coperchio, cuociamo per 10-15 minuti. A questo punto uniamo la panna.

Uniamo la nostra “salsa” alla pasta scolata al dente e mantechiamo con il formaggio grattugia.

Mettiamo in forno a 180 gradi per 15 minuti.

Il menù della domenica tradizionalmente prevede le polpette, e allora che polpette siano! Solo saranno polpette di ricotta cotte al forno. 

In una ciotola versiamo la ricotta, il formaggio grattugiato e iniziamo a mescolare bene. Saliamo e a piacere aggiungiamo anche del pepe, uniamo anche il pangrattato fino a ottenere un composto modellabile.

A questo punto con le mani formiamo le nostre polpettine, passiamole nel pangrattato e poi disponiamole su una teglia con un filo d’olio d’oliva. Cuociamole a 180 gradi in forno ventilato per circa 20-25 minuti oppure in forno statico a 190 gradi per lo stesso tempo.

Potremmo servire il tutto accompagnato da patate al forno.

Per finire non può mancare il dessert

Per terminare il nostro menù non può mancare il dolce. Quale?

La torta di mele cremosa preparata improrogabilmente senza uova.

In una ciotola versiamo lo yogurt, lo zucchero, l’olio di semi e mescoliamo bene con una forchetta. Aggiungiamo anche la farina, il lievito per dolci e una bustina di vanillina, continuiamo a mescolare bene tutti gli ingredienti.

Sbucciamo due mele, tagliamole a spicchi, togliamo il torsolo e con l’aiuto di una mandolina tagliamole a fettine sottili. Uniamo le le fettine all’impasto e lasciamo qualche fettina per la decorazione finale. Mescoliamo bene il tutto e versiamolo su una teglia (20×20) quadrata con carta forno.

Decoriamo la superficie con le fettine di mele, un po’ di zucchero e inforniamo a 180 gradi in forno ventilato per circa 40-45 minuti oppure in forno statico a 190 gradi per lo stesso tempo.

image_pdfimage_print

Ultimi articoli